DRAGHI NON E’ UNA PARENTESI

Documento approvato dal Comitato politico nazionale, 21 febbraio 2021. 

DRAGHI NON E’ UNA PARENTESI. COSTRUIRE L’OPPOSIZIONE PER L’ALTERNATIVA

La nascita del governo Draghi non è una parentesi ma il disvelamento di una tendenza di fondo della politica italiana, la sostanziale convergenza sulle scelte strategiche tra centrodestra e centrosinistra a cui si è aggiunto il M5S.

Nello stato di eccezione – ieri lo spread, oggi la pandemia – si conferisce la guida del governo direttamente a un banchiere, già parte della Troika, espressione della governance neoliberista europea e del “legame di ferro” con gli USA e la Nato.

Continua a leggere

TAVERNOLA: L’ONDA ANOMALA DELLA SPECULAZIONE DEL CEMENTO

di Paolo d’Amico (La Sinistra, Rifondazione Comunista – Alto Sebino)

C’è sul sito del Comune di Tavernola un “Aggiornamento studio geologico a supporto pgt” del 2010 sulla “principale frana attiva sul territorio comunale che interessa una parte della miniera di marna da cemento Ognoli”. Fenomeno franoso, continua, studiato dagli specialisti “dagli anni ’70 del secolo scorso (…) ed è stato proprio il monitoraggio a rendere possibile l’allertamento prima dell’ultimo distacco corticale sul corpo di frana del novembre 2010.”

Dunque, storia vecchia. Vecchia di cinquanta anni. Ma che, di fronte all’allarme tsumani di questi giorni, torna di grande attualità. Storia vecchia come anche il modo di affrontare l’emergenza frana in corso: minimizzare. Al di là di qualche richiamo in prima pagina sui quotidiani locali, poco o nulla si è sentito dalle istituzioni preposte, la Regione Lombardia e la Provincia di Bergamo.

Continua a leggere

ATALANTA E LOTTE SOCIALI. I FARISEI DEI DUE PESI E DELLE DUE MISURE


L’altra sera migliaia di tifosi si sono riuniti nei pressi del Gewiss Stadium per tifare l’Atalanta in barba al divieto di creare assembramenti vista la grave allerta per il Covid e per l’inquietante variante inglese: un evento prevedibile e anche annunciato. Ciononostante non vi è stato alcun intervento significativo di prevenzione della polizia urbana del sindaco Gori né delle forze dell’ordine. L’Atalanta di Percassi, e i suoi tifosi, non si toccano come già era successo col mancato rinvio della partita internazionale del febbraio 2020 che probabilmente è stato uno dei punti di diffusione delle prima ondata del contagio.

Continua a leggere

Baggi/Capelli– (Prc-Se): NIENTE ABORTO SICURO IN LOMBARDIA. Non è una regione che rispetta le donne

La maggioranza consiliare di centro destra ha bocciato il testo di una legge popolare dal Titolo “Aborto sicuro” che aveva raccolto più di 8.000 firme per rendere più agevole e civile l’applicazione della Legge 194 per la interruzione di gravidanza.

Essa trova ancora tanti ostacoli, a partire dalla obiezione di coscienza, (70% dei medici  coinvolti)dalla restrizione dei servizi dei consultori pubblici e il proliferare di quelli privati pro-life,per non parlare delle organizzazioni antiabortiste che illegittimamente agiscono anche all’interno delle strutture ospedaliere per convincere le donne a non abortire.

Continua a leggere

GAP – GRUPPO DI ACQUISTO POPOLARE: Sabato 27 febbraio torna la spesa popolare in Malpensata a Bergamo

Il secondo e quarto sabato del mese, dalle ore 08.30 alle ore 12.00, presso il Circolino della Malpensata, in via Luzzatti n. 8 a Bergamo, ritorna la spesa popolare nel pieno rispetto delle attuali norme in vigore per prevenire il contagio da Coronavirus ed il rispetto delle disposizioni relative alla zona arancione.

Continua a leggere

Tavernola – Colpe e responsabilità per la montagna che frana

di Ezio Locatelli (Direzione nazionale Prc/Se)

La montagna sopra Tavernola Bergamasca, prospiciente il Lago d’Iseo, sta venendo giù. Una massa enorme di rocce e materiali terrosi quantificata in un milione di metri cubi si sta staccando dal Monte Saresano mettendo a rischio l’abitato, le acque del Senino, l’incolumità delle persone. Chiuse le strade, evacuate case, chiuso lo stabilimento del Cementificio, sospese le attività di cava, isolato il comune di Parzanica in attesa del peggio. Una “situazione grave” per usare le parole del sindaco di Tavernola.

Continua a leggere

Parcheggio Fara- Treno per Orio – Parco Ovest: ma come sta il bilancio comunale della città di Bergamo?

di Marco Brusa

L’incontro di oggi del sottoscritto con l’Assessore Angeloni ha riguardato i tre temi principali dell’urbanistica attuale di BG: treno per Orio, parcheggio della Fara e Parco Ovest.

Sul treno gli è stato rimarcato che lui stesso nel 2008 in Sesta Circoscrizione aveva votato, come il sottoscritto, a favore del percorso; come non sia tecnicamente vero che non sia possibile realizzare tutto il percorso in galleria, anche se i costi aumenteranno; che non esiste alcuna scadenza per la realizzazione dell’opera e che l’Assessora regionale Terzi non ha titolo per affermare che l’opera debba essere terminata entro le Olimpiadi del 2026.

Continua a leggere

Conferenza nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori – 27/28 febbraio 2021 – Documenti

Contributi

BASSA BERGAMASCA. IL COVID 19 E’ UN SEGNALATORE D’INCENDIO!

A cura di SINISTRA per CARAVAGGIO e RIFONDAZIONE COMUNISTA

BRE.BE.MI , BERGAMO-TREVIGLIO, LOGISTICA, E.COMMERCE, KILOMETRO VERDE… UN MODELLO DI SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE DISTRUTTIVO, SBUGIARDATO dal VIRUS del COVID 19 !

LA DISTRUZIONE DELL’HABITAT NATURALE E’ ALL’ORIGINE DEL COVID 19…

…così come di tutte le epidemie di questi ultimi anni (aviaria, ebola…). La nostra crescente vulnerabilità ai virus ha la sua causa nella distruzione sempre più veloce degli ecosistemi naturali. La deforestazione, la riduzione progressiva della biodiversità, l’agricoltura chimicizzata, gli allevamenti intensivi, l’industrializzazione, l’ urbanizzazione, l’inquinamento hanno cambiato repentinamente l’habitat di molte specie animali e vegetali. Modificando il funzionamento di ecosistemi consolidati, hanno permesso una maggiore connessione tra le specie e favorito “il passaggio di specie” dei virus.

Continua a leggere

ALZANO LOMBARDO (bg). DAL PRESIDIO “IL PAZIENTE ZERO E’ LA SANITA’ LOMBARDA”

L’intervento della compagna Pia Panseri

“Abbiamo scelto di essere oggi fuori dall’ospedale di Alzano Lombardo, tristemente noto in tutto il mondo per essere diventato il simbolo, non solo della pandemia, ma anche della totale inefficienza dalla sanità lombarda. Da qui, nella nostra terra, è partito tutto. I 6000 morti stimati, ma in realtà sembra siano molti di più, nella sola provincia bergamasca, sono stati la conseguenza tragica della prepotenza cinica ed interessata dell’economia intrecciata con la malapolitica. Abbraccio mortale, questo, che ha impedito, attraverso connivenze e vere e proprie complicità, di circoscrivere il danno non istituendo la zona rossa nella Valle Seriana.

Continua a leggere