Covid19: ecco i brillanti risultati dei fanatici del Pil

di Marco Bersani, Attac Italia (da https://www.attac-italia.org/covid19-ecco-i-brillanti-risultati-dei-fanatici-del-pil/?fbclid=IwAR2XfWlxF7xxEeoHT7T8mooIBEz0PsnzoDyXkoe_BWNa1UX775akQcvCit4)

Quindici mesi di pandemia dovrebbero essere sufficienti per fare un bilancio ragionato e intellettualmente onesto sull’efficacia delle misure messe in campo per affrontarla e sulla visione di società che le ha determinate.

Se non per altre ragioni, almeno per dare un significato agli oltre 120.000 morti (ad oggi) che nel nostro Paese si sono verificati.

Come è chiaro a tutt* l’impostazione che ha guidato la strategia per affrontare la crisi pandemica nel nostro Paese – e in gran parte dei molti altri – è stata quella della “mitigazione”, oggi ribattezzata da Draghi del “rischio calcolato”.

Di fatto, una visione della società fanaticamente orientata sul PIL, che ha comportato misure di forti restrizioni delle libertà personali, di compressione dei diritti delle fasce non produttive della popolazione (la chiusura delle scuole) e di tutte le attività economiche in qualche modo legate al tempo libero delle persone, allo scopo di tenere continuativamente aperte tutte le attività industriali e commerciali (mai chiuse anche durante il primo lockdown) per cercare di attenuare il crollo del Pil, da decenni assurto a simbolo divino del benessere sociale.

Il risultato è sotto gli occhi di tutti: la generazione anziana è stata falcidiata, l’infanzia e l’adolescenza sono state sottoposte a traumi i cui effetti si misureranno solo nei prossimi anni, la povertà e la precarietà sono aumentate esponenzialmente, mentre la pandemia è ben lungi dall’essere sotto controllo.

Almeno questo incommensurabile disastro sanitario e sociale è riuscito a raggiungere l’obiettivo desiderato da Confindustria e dai suoi alfieri governativi? Nient’affatto, l’economia è a rotoli e il crollo del Pil sfiora il 9%.

Si poteva fare altrimenti? C’è chi lo ha fatto e i risultati sono inequivocabili.

Non parliamo qui -anche se prima o poi andrà pure fatto- di paesi dove lo Stato, invece di porsi unicamente al servizio dell’economia di mercato, ha deciso di esercitare un ruolo diretto nel contrasto alla pandemia, con risultati fondamentali dal punto di vista del contenimento della stessa e della tutela della salute dei propri abitanti: da Cuba, con 675 decessi su 11 milioni di abitanti, a Taiwan, con 12 morti su 23 milioni di persone, dal Vietnam con 35 decessi su 96 milioni di abitanti alla stessa Cina, con 4846 morti su una popolazione di 1,4 miliardi.

Perché rispetto a queste realtà la discussione si arenerebbe subito sul tema dell’autoritarismo o meno di questi paesi.

E allora proviamo a confrontare la strategia scelta dall’Italia e da molti altri con quella di quei Paesi che, in contesti economici e politici simili, hanno invece scelto l’opzione “Covid free” senza badare agli immediati interessi delle imprese e delle lobby finanziarie.

La rivista Lancet ha appena pubblicato uno studio[1] che ha messo a confronto i paesi OCSE, all’interno dei quali Australia, Corea del Sud, Islanda, Giappone e Nuova Zelanda hanno adottato la strategia “Covid free” rispetto a tutti gli altri che hanno preferito la cosiddetta strategia di mitigazione.

Dal confronto emergono tre dati molto interessanti e, per certi versi, anche sorprendenti:

* il primo dato riguarda la salute pubblica, da cui emerge che i decessi per milione di abitante nei paesi che hanno scelto l’opzione “Covid free” sono stati di 25 volte inferiori a quelli registrati nel gruppo degli altri Paesi;

* il secondo dato riguarda l’economia, e qui “casca l’asino”, perché nel gruppo dei paesi “Covid free” la crescita del Pil è tornata ai livelli pre-pandemia già nel gennaio 2021, mentre permane negativa per il gruppo degli altri Paesi;

* il terzo dato riguarda le restrizioni alle libertà personali e sociali, ed è ancora più sorprendente, essendo l’argomento spesso utilizzato per giustificare le aperture delle attività produttive: le misure di blocco rapide, utilizzate dai gruppo di Paesi “Covid free” sono state molto più brevi di quelle adottate dal gruppo degli altri paesi.

La conclusione è evidente: i Paesi che hanno messo al primo posto la tutela della salute e, su questo obiettivo, hanno costruito una sorta di patto sociale con i propri cittadini, sono riusciti a tutelare la vita dei propri abitanti e, contemporaneamente, hanno evitato il crollo del sistema economico e l’adozione di una prolungata restrizione delle libertà personali e sociali, mentre i Paesi che hanno orientato le loro scelte sulle immediate esigenze dettate dal mercato e dai grandi interessi economici non possono che constatare il proprio fallimento su tutti e tre i versanti.

Continuiamo ad essere certi di essere nelle mani del “governo dei migliori”?

[1]https://www.thelancet.com/action/showPdf?pii=S0140-6736(21)00978-8&fbclid=IwAR0KTYGPRufqwJo9l4GLvw8yVz79htHPtHOmSv21Aa2LwPZpRKykkN1r7iU

11 commenti

Vai al modulo dei commenti

  1. Link exchange is nothing else however it is only placing the
    other person’s web site link on your page at appropriate place and other person will also do similar in favor of you.

    My website :: Far East XL Male Enhancement

  2. I beloved as much as you’ll obtain performed right here.
    The cartoon is tasteful, your authored subject matter stylish.

    nonetheless, you command get bought an nervousness over that you want
    be delivering the following. ill unquestionably come
    more previously once more as precisely the similar nearly very ceaselessly inside of case you shield
    this hike.

    My site; flac.or.id

  3. It’s remarkable to pay a quick visit this site and reading the views of all colleagues regarding this paragraph,
    while I am also eager of getting know-how.

    Also visit my page; Libido Build Ingredients

  4. I enjoy what you guys are usually up too.
    This kind of clever work and coverage! Keep up the very good works guys
    I’ve incorporated you guys to blogroll. quest bars http://j.mp/3C2tkMR quest bars

  5. What a data of un-ambiguity and preserveness of valuable familiarity
    about unpredicted emotions. asmr https://app.gumroad.com/asmr2021/p/best-asmr-online asmr

  6. Ahaa, its pleasant dialogue regarding this post here at this blog,
    I have read all that, so now me also commenting at this place.

    my blog post :: Cosmic Green CBD

    • bit.ly il 11 Settembre 2021 alle 4:16

    Thanks for sharing your thoughts about of. Regards scoliosis surgery https://0401mm.tumblr.com/ scoliosis surgery

  7. Hi there this is kinda of off topic but I was wondering if blogs
    use WYSIWYG editors or if you have to manually code with HTML.
    I’m starting a blog soon but have no coding know-how so I wanted to get
    advice from someone with experience. Any help would be greatly appreciated!
    scoliosis surgery https://coub.com/stories/962966-scoliosis-surgery scoliosis surgery

  8. Wow! At last I got a web site from where I can in fact get valuable information regarding my study and knowledge.
    quest bars https://www.iherb.com/search?kw=quest%20bars quest bars

    • bit.ly il 12 Settembre 2021 alle 15:50

    I blog often and I genuinely appreciate your content.
    This article has really peaked my interest. I will book mark your site and keep checking for new details about
    once a week. I subscribed to your RSS feed too.
    ps4 https://bit.ly/3nkdKIi ps4

  9. Unquestionably believe that which you stated.
    Your favorite reason appeared to be on the internet the simplest thing to
    be aware of. I say to you, I certainly get irked while
    people consider worries that they plainly do not know about.
    You managed to hit the nail upon the top as well
    as defined out the whole thing without having side
    effect , people can take a signal. Will probably be
    back to get more. Thanks cheap flights http://1704milesapart.tumblr.com/ cheap
    flights

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.