Per ricordare e onorare Vittorio Arrigoni ci troviamo per un presidio sabato 16aprile alle ore 15.00 a Bergamo nei pressi della vedovella.

In questo momento terribile di dolore dobbiamo, come diceva lui, “rimanere umani”, perché la guerra, che è per sua natura un omicidio continuato ed infinito, non uccida in noi l’amore per la vita e la speranza di un mondo migliore. Chiunque ha ammazzato Vittorio sapeva benissimo chi aveva davanti : un amico del popolo palestinese, un attivista indomito per la pace e un giornalista contro corrente e scomodo. Ci mancherà tanto il suo coraggio, il suo essere cittadino del mondo “senza bandiera e confini”, come amava descriversi. Ci mancheranno i suoi reportage, il suo raccontare le storie delle vittime delle guerre. Ci mancherà la sua capacità d’indignarsi davanti alle ingiustizie e il suo richiamo a non cedere all’indifferenza. Proprio perché la ferita è così profonda non dobbiamo arrenderci ai costruttori di odio. Dobbiamo avere il coraggio di continuare la lotta per la pace e contro ogni gue