Archive for maggio, 2019

EX GTS DI TORRE BOLDONE

Stamattina abbiamo presentato all’Ufficio protocollo del comune le osservazioni in merito al “PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA denominato intervento EX GTS” . Di seguito potete leggerne il testo.

Il sottoscritto Maurizio Rovetta nato a San Gallo (Svizzera) il 28 luglio 1959, residente in Torre Boldone (BG) viale Lombardia n° 19, segretario del circolo di Torre Boldone del Partito della Rifondazione Comunista, in relazione al “PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA denominato intervento EX GTS”, nell’obiettivo di fornire un contributo positivo al piano stesso, presenta la seguente Osservazione.

* * * * * * *

1) Premessa

Il PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA denominato interventon EX GTS attua una radicale modifica dell’assetto territoriale esistente con la trasformzione d’uso di un’area a destinazione industriale/artigianale in area residenziale con una potenzialità edificatoria di mq 11.500,00 di S.L.P. corrispondente a 250 abitanti teorici.
Una proposta di questo genere non trova alcuna rispondenza nelle dinamiche demografiche di Torre Boldone come più volte ribadito dal sottoscrittore della presente osservazione ed emerso anche dall’analisi dei dati ufficiali pubblicati dal Comune.
Si ritiene altresì una forzatura, foriera di successive problematiche, l’edificare palazzine residenziali attigue ad un’area industriale ed alla stazione ecologica, con i problemi di rumori ed odori che non sono compatibili con la destinazione residenziale.
Oltre a questi aspetti negativi va messo in rilievo che la trasformazione d’uso in residenziale sottrae un importante pezzo di territorio alla possibilità di sviluppo legato all’ambito produttivo. E’ noto che la “necessità” di reperire nuove aree artigianali/industriali è stata oggetto di dibattito tra le forze politiche e sociali del paese. Sia per la rilocalizzazione di attività già presenti sul territorio comunale e non più compatibili con il tessuto urbano circostante, che per l’insediamento di nuove attività viste come possibilità di offerta occupazionale e di sviluppo.
Un’area industriale dismessa è un’opportunità per il futuro del paese, perché consente di pensare a nuove forme insediative in grado di attrarre attività produttive innovative. Come accade nelle aree più avanzate del paese e d’Europa.
Dobbiamo constatare come un’occasione di sviluppo territoriale in grado di rispondere alle richieste della comtemporaneità sia andato perso.

Date queste premesse ed entrando nel merito del progetto di Piano Attuativo: (continue reading…)

Commenti disabilitati more...



Copyright © 1996-2010 Rifondazione Torre Boldone e Ranica. All rights reserved.
iDream theme by Templates Next | Powered by WordPress