Articoli marcati con tag ‘religione’

Incontro e discussione con Antonella Selva

Si è svolto ieri il primo dei 4 incontri che abbiamo organizzato per discutere di donne, diritti, lotte, emancipazione, autodeterminazione e rivoluzione.

Ringraziamo anzitutto l’autrice, Antonella Selva, per la disponibilità fin da subito mostrata verso di noi e l’iniziativa e tutte le persone che hanno preso parte all’iniziativa, partecipando in maniera attiva al dibattito.
Possiamo definirci più che soddisfatti da questo primo incontro.

La stupenda graphic novel di Antonella
Femministe. Una storia di oggi” partendo dalla vera storia di Hayat, ragazza marocchina, che attraverso un lungo e difficoltoso percorso lotta per la propria emancipazione, in Marocco come in Italia, prova a raccontare o quantomeno a problematizzare alcune questioni che sono destinate a diventare prioritarie nel dibattito femminista ma più in generale in quello politico e sociale, sull’integrazione delle nuove generazioni figli di immigrati e nei rapporti tra la comunità musulmana, cristiana e laica.

 

Il dibattito si è sviluppato intorno alcuni problemi come la difficoltà di comunicazione tra la generazione delle femministe anni ’60/’70 e le nuove generazioni di donne, specie se figlie di immigrati, magari di cultura musulmana.

Problemi come la scarsissima capacità (talvolta volontà) di studio e analisi sulle origini, sulle tradizioni e sul significato che per le giovani donne possono assumere hic et nunc simboli quali (primo tra tutti) il velo e altre tradizioni religiose che siamo abituati a giudicare come simboli di oppressione e che talvolta, invece, possono diventare per loro, “bandiere” di emancipazione.
Problemi di incapacità politica delle forze progressiste di intercettare il disagio, il malcontento e la disillusione delle classi popolari che quindi si trovano abbandonate a loro stesso o peggio in balia di forze fondamentaliste e reazionarie che si alime
ntano delle guerre tra poveri, tra culture e religioni.

Ovviamente a causa del tempo limitato non si è potuto approfondire come avrebbero meritato invece le diverse questioni, ma ne eravamo consapevoli fin da quando abbiamo pensato questo piccolo percorso, che vuole più che altro essere uno stimolo al dibattito e all’analisi collettiva, necessaria per affrontare le difficoltà e le sfide che la società ci pone e che saranno sempre più grandi proprio in base a quanto ci faremo trovare impreparati.

Sperando che l’incontro sia stato interessante per tutti quanto lo è stato per noi, vi invitiamo fin d’ora al prossimo appuntamento, che si terrà allo spazio Polaresco (mercoledì 24, ore 19) dove le Compagne dell’associazione “Fior di Loto – contro la violenza sulle donne” ci spiegheranno cosa fanno e qual’è la situazione nella bergamasca e cercheremo di aggiungere un’altro tassello al dibattito iniziato ieri, discutendo di violenza maschile, padronale e capitalista, sul corpo e sull’identità delle donne.

Per chi fosse interessato, QUI e QUI potete trovare il video dell’incontro.

 

SOSTIENI I LAVORATORI RI-MAFLOW.
CLICCA SUL BANNER PER SOSTENERLI
nuovologosito
fotogallery
Archivi
Newsletter