Articoli marcati con tag ‘ANTIFASCISMO’

Torre Boldone, minacce contro Saverio Ferrari

Ieri sera si è svolto l’incontro da noi organizzato con Saverio Ferrari nella sezione del PRC di Torre Boldone.

Una serata di formazione importante, come ce ne dovrebbero essere molte, molte di più, sia per i militanti antifascisti sia per il pubblico più distante dal dibattito politico.
Ringraziamo davvero Saverio per la disponibilità e per la precisione storica e politica con cui ha esposto la situazione attuale, non mancando di chiarire, soprattutto ai più giovani, il processo storico che fin dal secondo dopoguerra, passando attraverso gli “anni di piombo” a portato alla nascita dei gruppi neofascisti e neonazisti nella nostra Penisola.

Ps.
Nella notte precendente all’incontro, qualche vile quanto infame fascista ha imbrattato un muro poco distante dalla sezione del PRC con una scritta di minaccia a Saverio. A lui tutta la nostra solidarietà e la nostra stima per il prezioso lavoro che da anni porta avanti.
Ai fascisti il nostro odio e il nostro disprezzo.
Si sapeva sia l’ora che il luogo dell’iniziativa, il/i “cuor di leone” poteva/no presentarsi tranquillamente ma sappiamo bene che per i fascisti la vigliaccheria è tratto distintivo a meno di non trovarsi dietro lo schermo di un computer oppure ben protetti da numerosi cordoni di polizia.
Ce ne faremo una ragione, noi in strada, nelle piazze, nei cortei, alle iniziative ci siamo e ci saremo sempre, alla luce del sole, testa alta e bandiere rosse al vento.

Antifascisti sempre.

I/le Giovani Comunisti/e di Bergamo.

10 Febbraio, NOI RICORDIAMO TUTTO.

La “giornata del Ricordo” (istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92) è un regalo ai fascisti, una sorta di “Giorno della Memoria” su misura per fare da contraltare al “27 gennaio” giornata dedicata alle vittime del nazifascismo, un abile tentativo di revisionismo storico per equiparare le vittime ai carnefici, per considerare uguali le vittime partigiane e quelle fasciste.

Pura propaganda, appunto, che si dissolve davanti ad un accurato lavoro di ricostruzione storica, portato avanti da diversi studiosi, italiani e jugoslavi, nell’arco di anni di ricerche, studi e documentazioni che hanno dimostrato come non sia esistito alcun massacro di “innocenti italiani” ad opera dei Comunisti jugoslavi, anzi, molti erano i partigiani Italiani che hanno combattuto contro l’occupante fascista, al fianco dei fratelli e Compagni Jugoslavi.

“La vicenda delle foibe” è una costruzione tutta mass mediatica, manipolata e gonfiata a sproposito dalla propaganda fascista per tentare di equiparare le vittime (antifascisti, libertari, comunisti, slavi ed italiani) ai carnefici fascisti (anch’essi sia slavi che italiani). L’unica pulizia etnica in quelle terre fu portata avanti dai fascisti nei vent’anni di oppressione politica,etnica e culturale delle minoranze slave. Durante la guerra di Liberazione non ci fu nessuna guerra nè “etnica” nè “nazionalista”, vi fu una guerra come quella Italiana, che contrapposte gli antifascisti, (qui jugoslavi ed italiani fianco a fianco) alle forze fasciste (slave ed italiane.) Volete la giornata del ricordo?
Ebbene, noi ricordiamo TUTTO.

QUI un po’ di pagine FB e siti utili per approfondire:
70 Resistenza e Liberazione – Kosmosdoc.org – Idmis
La Nuova Alabarda
Dieci Febbraio
Crimini italiani perpetrati nei confronti degli sloveni
Mostra “Testa per dente” crimini fascisti in Jugoslavia 1941/1945
Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia ONLUS
Partigiani jugoslavi nella Resistenza italiana

SITI:
http://www.diecifebbraio.info/
http://www.nuovaalabarda.org/dossier.php
http://www.campifascisti.it/
http://www.wumingfoundation.com/giap/?s=foibe
http://www.ecommerce.kappavu.it/chi-siamo

Smrt fašizmu, sloboda narodu! Morte al fascismo, libertà al popolo!

BERGAMO E’ ANTIFASCISTA. NESSUNA AGIBILITA’ A FASCISTI E RAZZISTI! FUORI FORZA NUOVA DALLE CITTA’!

 

Sabato  6  ottobre  2012  presso  l’auditorium  S.  Sisto  di Colognola, il partito neofascista Forza Nuova organizza un convegno con il suo segretario nazionale Roberto Fiore. Qui la notizia riportata da BergamoNews (http://www.bergamonews.it/politica/fiore-bergamo-le-minoranze-tentorio-e-inaccettabile-165496

Il sindaco Tentorio, come già fatto in passato, ha concesso ancora una volta una sala pubblica ad una formazione di estrema destra. Cosi come fece con Casa Pound.

Riteniamo sia un gravissimo atto, nei confronti del quartiere e della città, che l’amministrazione dia agibilità a formazioni neofasciste, dimenticandosi la costituzione e i pestaggi, le istigazioni al razzismo e le violenze che hanno reso famosa quest’organizzazione.

Chiediamo alla popolazione del quartiere e della città e a tutte le forze antifasciste di Bergamo che non lo abbiano ancora fatto di mobilitarsi e di chiedere che la concessione della sala venga revocata.

Non dimentichiamo gli insegnamenti della Resistenza italiana.
Non daremo tregua al fascismo!

NO PASARAN!

Giovani Comunisti Bergamo

★ 25 Aprile 2012 corteo antifascista ★

ore 09.00 – Piazzale della stazione – Bergamo

Ieri partigiani, oggi no tav.

Sempre ribelli.

 

LA SEDE DI FORZA NUOVA IN BORGO PALAZZO E’ UNA MINACCIA E UNA PROVOCAZIONE.

“Non è possibile tacere a fronte della decisione di Forza Nuova, gruppo politico di orientamento neonazista, di aprire una sede in una delle vie più importanti e frequentate di Bergamo qual’è Via Borgo Palazzo. Ci ricordiamo tutti della parata paramilitare del 28 febbraio inscenata in città da questo gruppo con caschi, spranghe, cori e saluti di stampo fascista.

Ora che dire della decisione di questo gruppo, specializzato nel fomentare odio e violenza, aggressioni di vario genere di insediarsi poco più in là dalla sede provinciale di Rifondazione Comunista-Federazione della Sinistra che è anche sede di numerose associazioni, di insediarsi a breve distanza dalla sede provinciale dell’Anpi e da sedi sindacali, nonché a breve distanza da negozi o locali pubblici gestiti e frequentati fra l’altro da cittadini extracomunitari? Questa apertura di sede è una provocazione e una minaccia a fronte della quale invitiamo a protestare fermamente, in forme pacifiche e non violente. Ripetiamo: in forme pacifiche e non violente. Nessuno si presti a provocazioni!

Bergamo è e deve rimane una città antifascista che difende il fondamento democratico e i valori della convivenza civile propugnati dalla nostra Costituzione. Inoltre i cittadini, i frequentatori delle sedi politiche e associative, gli esercenti hanno il diritto di vivere in un quartiere che non sia esposto o sottoposto alle provocazioni di gruppi nazifascisti che hanno nel loro dna l’idea di odio e di violenza.

La Federazione della Sinistra (Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani, Socialismo 2000, Lavoro e Solidarietà) invita i propri militanti, i cittadini democratici e antifascisti, tutti quanti intendono presidiare pacificamente a ritrovarsi sabato 6 novembre, ore 13,30, nel piazzale antistante la sede provinciale di Rifondazione Comunista-Federazione della Sinistra, in Via Borgo Palazzo 84/g. Nessuno stia a guardare! Proponiamo altresì che nei prossimi giorni le forze democratiche e antifasciste si facciano unitariamente promotrici nel quartiere di un’assemblea pubblica sui temi dell’antifascismo, della convivenza, della democrazia che deve improntare la vita a livello di città e di quartiere”.

Ezio Locatelli

SOSTIENI I LAVORATORI RI-MAFLOW.
CLICCA SUL BANNER PER SOSTENERLI
nuovologosito
fotogallery
Archivi
Newsletter