Fuori i fascisti dalle nostre città

Domenica 29 gennaio alcuni giovani comunisti, mentre stavano volantinando in piazza a Trescore per la Giornata della Memoria e contro le richieste di Forza Nuova di chiudere il campo nomadi di Trescore, sono stati raggiunti e minacciati da alcuni esponenti di Forza Nuova.
I fascisti non contenti hanno pure aggiunto insulti nei confronti della Resistenza e dei partigiani.
Questo è solo l’ultima di una serie di provocazioni innestate da Forza Nuova a Trescore seguite a un episodio di violenza avvenuto al Millaenya Pub di Entratico con il successivo arresto di tre giovani del cosiddetto campo nomadi di Trescore Balneario.
Immediatamente e pretestuosamente Forza Nuova ha infatti preso spunto dall’episodio per chiedere la chiusura del campo nomadi di Trescore, una struttura di accoglienza esistente a Trescore da decenni. E tutto questo in nome di “ciò che fa di un uomo un italiano”, dello “Jus sanguinis”, della “Tradizione Romana e Cattolica”, “Tradizione” che secondo Forza Nuova avrebbe “poco a fare con i campi nomadi” (sic).
Proprio alla vigilia dell’anniversario del “Giorno della memoria” che ricorda anche lo sterminio di centinaia di migliaia di Rom e Sinti, i fascisti di Forza Nuova sono venuti di nuovo a riproporre gli stessi linguaggi e ragionamenti che portarono agli stermini nei confronti degli ebrei e appunto dei nomadi.
Non contenta Forza Nuova ha poi proseguito appendendo in tutto il paese striscioni contro i Rom e reiterando con un banchetto la richiesta di chiusura del campo nomadi.
La vicenda di Entratico chiede solo giustizia, rapida, certa, equa, e ciò spetta esclusivamente alla Magistratura, non sicuramente ad una forza razzista, violenta ed intollerante quale è Forza Nuova che ora è addirittura passata a minacciare tutti i Rom residenti da decenni a Trescore e anche gli esponenti delle forze democratiche che non condividono il loro pensiero.
Sono provocazioni intollerabili per la convivenza civile che richiedono una ferma e civile risposta democratica. (Circolo di Rifondazione Comunista della Val Cavallina, Borgo di Terzo 30.01.12)

I Commenti sono chiusi

SOSTIENI I LAVORATORI RI-MAFLOW.
CLICCA SUL BANNER PER SOSTENERLI
nuovologosito
fotogallery
Archivi
Newsletter