Lunedì 27 giugno ore 18.30 piazza V.Veneto a Bergamo PRESIDIO IN SOLIDARIETA’ COL MOVIMENTO NO TAV – siamo tutti valsusini!


Con un’operazione militare che ha visto impiegati più mezzi di quelli utilizzati in Afghanistan, governo e istituzioni economiche e politiche ad esso solidali (targate PDL come pure PD) hanno aggredito il popolo dei NoTav che da settimane presidiava Maddalena di Chiomonte in difesa di un territorio, quello della Val di Susa, minacciato dalla TAV, grande opera ad impatto ambientale devastante ed irreversibile utile solo ai viaggi ultraveloci ed ultracostosi dell’upper class. In contemporanea i pendolari delle grande aree metropolitane italiane si trovano ogni mattina a lottare per conquistarsi qualche centimetro quadrato per sopravvivere dentro ai carri bestiame utilizzati per il trasposto dalla periferia (cresciuta attraverso processi di gentrification) al luogo di lavoro.

A quest’aggressione militare in difesa di un modello economico che sempre più sta mandando in crisi l’intero paese (e sta producendo più o meno indirettamente macelleria sociale attraverso lo spostamento di denaro pubblico dai servizi alle cattedrali nel deserto) è necessaria una risposta anche da parte di chi in questi anni ha solidarizzato coi NoTav ed ha notato come il sistema grandi opere/grandi eventi, nelle differenti declinazioni proposte sui differenti territori, sia diffuso e minaccioso su tutto il territorio nazionale.

La vera difesa dei territori, della democrazia e dei beni comuni passa attraverso la resistenza, come quella degli abitanti della Val di Susa.

Lunedì 27 giugno ore 18.30 piazza V.Veneto a Bergamo
PRESIDIO IN SOLIDARIETA’ COL MOVIMENTO NO TAV – siamo tutti valsusini!
contro l’attacco delle forze dell’ordine
contro la devastazione del territorio
viva la Libera Repubblica della Maddalena!

c.s.a. Pacì Paciana
Giovani Comunisti

I Commenti sono chiusi

SOSTIENI I LAVORATORI RI-MAFLOW.
CLICCA SUL BANNER PER SOSTENERLI
nuovologosito
fotogallery
Archivi
Newsletter