Le mobilitazioni popolari in tutto il Maghreb hanno consegnato alla storia pagine di democrazia.

Le mobilitazioni popolari in tutto il Maghreb hanno consegnato alla storia pagine di democrazia. Come sostiene Samir Amin queste mobilitazioni possono aprire la strada ad un nuovo “rinascimento arabo” in grado di emancipare popoli e paesi di contro a regimi dispotici ed oligarchici. Non mancano problemi ed insidie come per esempio il disegno di alcune potenze occidentali di ricorrere ad un intervento militare esterno in Libia. La democrazia non si esporta falsamente con le armi come in Iraq e in Afghanistan ma la si realizza dal basso, dando pieno appoggio ai movimenti popolari democratici e, sul piano internazionale, con la politica e la diplomazia.
Ne hanno parlato Fabrizio Eva (Docente universitario di Geografia politica) e Daoudagh Abdelmajid (Resp. Immigrazione Rifondazione Comunista-Brescia)

Ecco l’audio

Fabrizio Eva (Docente universitario di Geografia politica)

Daoudagh Abdelmajid (Resp. Immigrazione Rifondazione Comunista-Brescia)

I Commenti sono chiusi

SOSTIENI I LAVORATORI RI-MAFLOW.
CLICCA SUL BANNER PER SOSTENERLI
nuovologosito
fotogallery
Archivi
Newsletter