Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | May 31, 2020

Scroll to top

Top

Senza categoria

(06.09.2011) Sciopero generale a Bergamo. Il video della manifestazione

6 settembre 2011 |

composed of western Europe and North hollister hoodie Products of Fashion and Jewelry

eroticized fashion and style ofdress chanel uk clothing fads paper dresses and dress in a canRead More

Festa di Liberazione-Torre Boldone. I biglietti estratti della sottoscrizione a premi

5 settembre 2011 |

TORRE BOLDONE (prov. di Bergamo) FESTA DI LIBERAZIONE 2011 I BIGLIETTI DELLA SOTTOSCRIZIONE A PREMI ESTRATTI QUESTA SERA: QUI I premi si ritirano presso il Circolo Prc di Torre Boldone, telefonando a Maurizio Rovetta tel. 349.5511620

nobility was recognized … Read More

(01.09.11) Ferrero:Libia, sui massacri silenzio bipartisan

1 settembre 2011 |
Articolo di Paolo Ferrero (Liberazione del 2 settembre 2011) 
La Libia è lo specchio del degrado delle classi dirigenti a livello mondiale. L’Onu qualche mese fa ha benedetto la guerra dando il via libera ai bombardamenti contro Gheddafi. Lo ha fatto violando la sua carta costitutiva, che la obbligava ad aprire una trattativa tra le parti. Contravvenendo ai suoi scopi e ai suoi principi l’Onu ha accettato il fatto compiuto della guerra ovviamente in nome di scopi umanitari: fermare i massacri. Adesso che la guerra è stata vinta dalla parte appoggiata dai bombardieri, cosa fa l’Onu? Nulla. In Libia sono in corso vendette e man mano che il conflitto procede cambia il suo scopo. Adesso veniamo a sapere che il problema è uccidere Gheddafi e che per ottenere questo obiettivo il conflitto può proseguire e con esso la distruzione e gli ammazzamenti. Cosa ha da dire su questo l’Onu? Nulla. E le nazioni occidentali che hanno bombardato, cosa fanno? I più furbi e scaltri, come la Francia, hanno organizzato una Conferenza che dietro le belle dichiarazioni di principio è finalizzata unicamente alla spartizione del bottino di guerra. Al padrone di casa andrà la fetta più grande delle forniture petrolifere: gli altri sono in fila per prendere o difendere. E’ il caso del governo italiano che, confermando il detto “Francia o Spagna purché se magna”, dopo l’ennesima giravolta sta cercando di mantenere con i nuovi padroni i contratti che aveva con i vecchi. Ovviamente chi è interessato a fare buoni accordi per lo sfruttamento dei giacimenti petroliferi o di gas naturali non può certo mettersi a fare le pulci se viene compiuta qualche strage di troppo o se la guerra assume un profilo diverso da quella con cui era cominciata. Read More

(09.09.11) Festa in Rosso a Quintano. Il programma di stasera

1 settembre 2011 |

QUINTANO (Castelli Calepio). FESTA IN ROSSO

Fino a domenica 11 settembre, presso il parcheggio vicino all’Arci.

Venerdì 9 Settembre

Ore 21,00: “Un sorso di Libertà”. Tiziano BELOTTI, Presidente sezione ANPI Valcalepio-Valcavallina, presenta la campagna a sostegno della ristrutturazione … Read More

Dal Consiglio Provinciale BG, “VIA LE PROVINCE, PIU’ RISORSE AI COMUNI”

31 agosto 2011 |

Intervento di Paolo D’Amico, consigliere provinciale Sinistra per Bergamo (Prc – Pdci – Sd)

Le dimissioni di Carlo Redondi dal consiglio provinciale di Bergamo aprono un interrogativo serio sul ruolo e la funzione delle Province. A cominciare da quella di Bergamo.

Redondi argomenta che potrebbero “essere tranquillamente soppresse”. Penso abbia buone ragioni a sostenere questa tesi, che però deve essere declinata con maggiore chiarezza.

Qualche considerazione.

Read More

(31.08.11) Dino Greco. Manovra indecente, finirà la crociata “progressista”?

27 agosto 2011 |

LIBERAZIONE. L’articolo di fondo di Dino Greco, direttore  (31.08.11)

Chissà se anche ora, dopo il pacco confezionato ad Arcore, continueremo ad assistere al coro, talvolta minaccioso talaltra petulante, di forze politiche o di parti di esse, che chiedono alla Cgil di rinunciare all’effettuazione dello sciopero generale contro la manovra del governo. Dal governo, ovviamente, non ci si può aspettare nulla di diverso. Stupisce semmai che gli appelli, ora accorati ora indignati, siano, una volta di più, bipartisan, con in testa un gruppo consistente di “responsabili” del Pd che rimproverano alla Cgil di avere smarrito quella paralizzante vocazione unitaria che tanto era loro piaciuta negli ultimi tempi. A Cisl e Uil, per altro, non è necessario rivolgere alcun invito perché la loro inerzia, la loro servile acquiescenza filopadronale e filogovernativa sono così scontate da rendere superfluo che ad esse si chieda alcunché.  Read More

Il 6 settembre noi saremo con chi lotta. Misiani non faccia il gioco del governo e dei padroni

25 agosto 2011 |

Dichiarazione di EZIO LOCATELLI  (Prc/FdS – Bergamo)

“Le forze della sinistra e tutte quelle che si richiamano al mondo del lavoro devono sentirsi pienamente impegnate alla riuscita dello sciopero generale indetto dalla Cgil contro una manovra economica iniqua, che … Read More

(25.08 – 4.09.11) Cassano d’Adda, Festa per la libertà dei Popoli

23 agosto 2011 |

Dal 25 agosto al 4 settembre 2011 a Cassano d’Adda Festa per la libertà dei popoli Per i beni comuni, il lavoro, l’unità della Sinistra Zona centro sportivo “G. Facchetti”, Via Valentino Mazzola ang. via Europa, Cassano d’Adda

 

 

Read More

(21.08.11) PER EZIO LOCATELLI (PRC-FDS) BOSSI E LA LEGA PUNTANO ALLO SFASCIO DELLO STATO SOCIALE

21 agosto 2011 |

Questa sera Ezio Locatelli, segretario provinciale e ex deputato di Rifondazione Comunista concluderà con un intervento dal palco l’ultima serata della partecipata festa di Liberazione di Torre Boldone. Sarà l’occasione per rispondere anche alle sortite demagogiche del Ministro Bossi. Per … Read More

(21.08.11) 25 Aprile, 1° Maggio e 2 Giugno: ordine del giorno Prc a Seriate

21 agosto 2011 |

Contro la volontà di “spostare alla prima domenica successiva le uniche festività civili (25 Aprile, 1° Maggio e 2 Giugno)“, secondo quanto contenuto nelle disposizioni del governo in merito alla manovra economica, il capogruppo consiliare Prc, compagno Morgan Cortinovis, ha presentato un ordine del giorno perchè sia discusso e votato nel Consiglio comunale della Città di Seriate..

Il documento chiede che il Presidente della Repubblica “tuteli le feste civili che valorizano il senso della Nazione e l’irrinunciabilità della libertà”. E chiede “al Governo e al Parlamento di cancellare dal provvedimenbto economico le disposizioni riguardanti la sopressione e lo ‘scioglimento’ delle festività civili nella prima domenica utile”.

Di seguito il testo integrale del documento di Cortinovis, che può servire come traccia per presentare analoghi ordini del giorno in tutti i consigli comunali e nel consiglio provinciale.

Read More

взять кредитзаймы на карту онлайн