8 MARZO 2021: SCIOPERO GLOBALE DELLE DONNE

Guai a chi per l’8 marzo si permette di evocare feste, mimose o anche di enumerare conquiste quotidianamente disattese. La crisi sociale scatenata dalla pandemia tocca in modo drammatico la vita delle donne: fra novembre e dicembre 2020 hanno perso il lavoro 99.000 donne, malgrado ammortizzatori sociali e blocco dei licenziamenti. Precarie, part-time spesso involontarie, partite Iva, piccole artigiane e commercianti escono dal lavoro e spesso rinunciano a rientravi, se è vero che sempre in quei mesi le disoccupate crescono di 20.000 unità e le inattive di 60.000; sono quelle che hanno perso la speranza di trovare un lavoro e non lo cercano più.

Continua a leggere

DELLA BERGAMO-TREVIGLIO, OVVERO: SE NON È ZUPPA, È PAN BAGNATO!

di Francesco Macario (segretario Prc/Se di Bergamo e provincia)

Da anni assistiamo a una radicale trasformazione dell’area della bassaBergamasca che è divenuta un nuovo terreno di affari speculativi attraverso la BreBeMi. Li si sta perpetuando una vecchia idea dello sviluppo simile a quella degli “anni sessanta”, quella del “faccio le infrastrutture poi arriveranno le fabbriche e la ricchezza”. Persegue cioè lo stesso modello di sviluppo che ha contraddistinto, e distrutto, la fascia pedemontana regionale ai tempi del boom economico. Un’aspettativa che sembrava destinata al fallimento, vista l’attuale fase di deindustrializzazione, ma che ha invece incrociato l’ascesa della logistica.

Alla BreBeMi si sta ora aggiungendo l’autostrada Bergamo-Treviglio, o meglio Dalmine–Treviglio (nota anche come IPB -Interconnessione Pedemontana-Brebemi). Questa autostrada nata come ipotesi di raccordo tra la BreBeMi e la Pedemontana, attraverserà zone agricole della pianura asciutta, quindi di basso valore fondiario, che potrebbero risultare economicamente competitive con quelle “valorizzate” dalla BreBeMi, innescando una competizione al ribasso per attrarre qui le piattaforme della logistica.

Continua a leggere

Stop Big Pharma. La salute prima dei profitti

L’intervento di Manon Aubry, France Insoumise, parlamentare europea del GUE, contro Ursula Von Der Leyne e la Commissione Europea che hanno sottoscritto con le multinazionali del farmaco contratti per la fornitura dei vaccini totalmente sbilanciati a loro favore.

Sottoscrivi la #ICE a questo link: https://eci.ec.europa.eu/015/public/#/screen/home

Lo smottamento della montagna di Tavernola Bergamasca. Io accuso i tanti con la coscienza sporca

di Ezio Locatelli*

Giustamente, com’è ovvio che sia, c’è molta apprensione per il rischio incombente di uno smottamento del Monte Saresano che si prevede di portata enorme. Apprensione soprattutto per le conseguenze di questo smottamento. Ma quello che va detto, alla faccia dei tanti che fanno finta di nulla o che hanno la coscienza sporca, è che tutto questo era stato previsto, denunciato, contestato ai tempi della lotta contro le smodate attività estrattive della marna di cemento. Lotta iniziata nel 1985, com’è ampiamente documentato anche a mezzo stampa,  tramite decine di incontri, proteste di piazza, volantinaggi, manifestazioni in sede istituzionale, interrogazioni provinciali, regionali, parlamentari.  

Continua a leggere

Area Cultura e Formazione del Partito della Rifondazione Comunista. Prima metà di marzo 2021

Le iniziative sotto elencate saranno trasmesse:
• sul canale YouTube dell’area Cultura e Formazione “Immaginare il Futuro” (www.youtube.com/channel/UCRWsYFi6Y88u5LBsMpUxo0w),
• sulla pagina Facebook del Partito (www.facebook.com/rifondazione.comunista).

Mercoledì 3 marzo, ore 18.15

🐲 Cosa fare del tempo dato: Tolkien, fantasy e immaginario politico

Con:
Eleonora D’Agostino, antropologa
Paolo Ferrero, vicepresidente Sinistra Europea
Alessandro Portelli, storico e accademico italiano

Introduce e coordina:
Dmitrij Palagi, responsabile cultura e formazione PRC/SE

Continua a leggere

Diritto alla casa. Presidi autorizzati in difesa di famiglie sfrattate equiparati ad assembramenti pericolosi

di Monica Sgherri*

Prove di repressione in atto: succede a Montello (Bergamo): lo sgombero è rimandato ma i manifestanti  sono pesantemente multati!

La conferma della proroga del blocco dell’esecuzione degli sfratti è stato un respiro di sollievo ma come avevamo sottolineato la guerra sociale che si sarebbe scatenata con la riapertura della stagione degli sfratti con la forza pubblica di famiglie colpite da un provvedimento di morosità incolpevole era semplicemente rimandata a giugno se questi mesi non vengono utilizzati per mettere in campo un piano straordinario per aumentare consistentemente il numero di alloggi popolari da destinare alle famiglie sotto sfratto o in   graduatoria da anni nei Comuni.

Continua a leggere

DRAGHI NON E’ UNA PARENTESI

Documento approvato dal Comitato politico nazionale, 21 febbraio 2021. 

DRAGHI NON E’ UNA PARENTESI. COSTRUIRE L’OPPOSIZIONE PER L’ALTERNATIVA

La nascita del governo Draghi non è una parentesi ma il disvelamento di una tendenza di fondo della politica italiana, la sostanziale convergenza sulle scelte strategiche tra centrodestra e centrosinistra a cui si è aggiunto il M5S.

Nello stato di eccezione – ieri lo spread, oggi la pandemia – si conferisce la guida del governo direttamente a un banchiere, già parte della Troika, espressione della governance neoliberista europea e del “legame di ferro” con gli USA e la Nato.

Continua a leggere

TAVERNOLA: L’ONDA ANOMALA DELLA SPECULAZIONE DEL CEMENTO

di Paolo d’Amico (La Sinistra, Rifondazione Comunista – Alto Sebino)

C’è sul sito del Comune di Tavernola un “Aggiornamento studio geologico a supporto pgt” del 2010 sulla “principale frana attiva sul territorio comunale che interessa una parte della miniera di marna da cemento Ognoli”. Fenomeno franoso, continua, studiato dagli specialisti “dagli anni ’70 del secolo scorso (…) ed è stato proprio il monitoraggio a rendere possibile l’allertamento prima dell’ultimo distacco corticale sul corpo di frana del novembre 2010.”

Dunque, storia vecchia. Vecchia di cinquanta anni. Ma che, di fronte all’allarme tsumani di questi giorni, torna di grande attualità. Storia vecchia come anche il modo di affrontare l’emergenza frana in corso: minimizzare. Al di là di qualche richiamo in prima pagina sui quotidiani locali, poco o nulla si è sentito dalle istituzioni preposte, la Regione Lombardia e la Provincia di Bergamo.

Continua a leggere

ATALANTA E LOTTE SOCIALI. I FARISEI DEI DUE PESI E DELLE DUE MISURE


L’altra sera migliaia di tifosi si sono riuniti nei pressi del Gewiss Stadium per tifare l’Atalanta in barba al divieto di creare assembramenti vista la grave allerta per il Covid e per l’inquietante variante inglese: un evento prevedibile e anche annunciato. Ciononostante non vi è stato alcun intervento significativo di prevenzione della polizia urbana del sindaco Gori né delle forze dell’ordine. L’Atalanta di Percassi, e i suoi tifosi, non si toccano come già era successo col mancato rinvio della partita internazionale del febbraio 2020 che probabilmente è stato uno dei punti di diffusione delle prima ondata del contagio.

Continua a leggere

Baggi/Capelli– (Prc-Se): NIENTE ABORTO SICURO IN LOMBARDIA. Non è una regione che rispetta le donne

La maggioranza consiliare di centro destra ha bocciato il testo di una legge popolare dal Titolo “Aborto sicuro” che aveva raccolto più di 8.000 firme per rendere più agevole e civile l’applicazione della Legge 194 per la interruzione di gravidanza.

Essa trova ancora tanti ostacoli, a partire dalla obiezione di coscienza, (70% dei medici  coinvolti)dalla restrizione dei servizi dei consultori pubblici e il proliferare di quelli privati pro-life,per non parlare delle organizzazioni antiabortiste che illegittimamente agiscono anche all’interno delle strutture ospedaliere per convincere le donne a non abortire.

Continua a leggere