Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | April 8, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

(10.02.20) Dalmine. Il “Confine orientale” e l’indegna canea delle destre

(10.02.20) Dalmine. Il “Confine orientale” e l’indegna canea delle destre

Comunicato

Sforzarsi di documentare correttamente e fondatamente la vicenda cosiddetta delle “foibe” è dovere di chiunque se ne occupi. Altrimenti non è storia, ma un’altra cosa. Ma tanto la storia quanto la storiografia non sono evidentemente nelle premure degli esponenti di destra che si sono avventati contro l’iniziativa promossa dall’Anpi venerdì scorso a Dalmine.

Pure si dovrebbe sapere che perfino la legge istitutiva del giorno del ricordo, quantomeno approssimativa e mistificante, richiama il dovere della contestualizzazione della “tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe (…)” nella “ più complessa vicenda del confine orientale”.

Non contestualizzare sognifica solo rimuovere – per esempio – la memoria delle politiche antislave attivate già all’indomani della prima guerra mondiale dall’Italia liberale (e imperialista) e successivamente proseguite con ferocia crescente fino al parossismo dal regime fascista, che nel 1941 dava poi corso all’aggressione della Jugoslavia e all’occupazione militare nel corso della quale sono stati reiterati contro le popolazioni slave e contro gli antifascisti crimini mostruosi, di cui i politici e gli amministratori di ogni colore dovrebbero avere adeguata coscienza e conoscenza prima di aprire bocca.

Con un po’ meno di arroganza e con un po’ più di serietà, potrebbero comprendere – tra le altre cose – come le foibe siano state la conseguenza dell’imperialismo e del fascismo, che hanno finito con l’esporre gli italiani del confine orientale all’indignazione – certo da deprecare, ma da comprendere – delle popolazioni che erano state vittime di gravissime discriminazioni, depotazioni, massacri.

Se non si vuole fare questo, vuol dire che si vuole riscrivere la storia a proprio uso e consumo e così porsi in continuità con quanto di peggio è avvenuto nella storia nazionale ed europea della prima metà del XX secolo. (Francesco Macario, segretario Prc/Se di Bergamo e provincia)

Submit a Comment


7 + = undici

взять кредитзаймы на карту онлайн