Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | October 19, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

(17.08.19) Torre B. (bg). Festa in Rosso. “Con Evo Morales Presidente, con la Bolivia plurinazionale”

(17.08.19) Torre B. (bg). Festa in Rosso. “Con Evo Morales Presidente, con la Bolivia plurinazionale”

Sabato 17 agosto, ore 20.30: incontro con il M.A.S. (Movimiento Al Socialismo). Festa in Rosso a Torre Boldone – Viale Lombardia

.

“Con Evo Morales Presidente, con la Bolivia plurinazionale”

* Sabato 17 agosto ore 20,30 presso la Festa in Rosso di Torre Boldone, comizio di un compagno del M.A.S./IPSP (Movimento Al Socialismo/Istrumento Politico por la Soberania de los Pueblos) in sostegno di EVO MORALES a Presidente dello Stato Plurinazionale della Bolivia.


Morales, Presidente dal 2006, ha avviato una profonda trasformazione sociale della Bolivia. Attualmente il Paese andino è lo stato con lo sviluppo più forte e progressivo dell’America Latina. L’estrema povertà è diminuita dal 36,7% al 16,8 tra il 2006 e il 2015. È diminuito anche il coefficiente di Gini (indice che misura le diseguaglianze sociali) dallo 0,60 al 0,47. Ciò grazie alle grandi politiche sociali e alla nazionalizzazioni messe in atto dal Presidente Evo Morales e dal suo partito il Mas. Le enormi risorse naturali come il gas, sono state nazionalizzate, tolte dallo sfruttamento delle multinazionali (la brasiliana Petronas, la francese Total, l’inglese Bg Group e la spagnola Repsol Ypf) e messe a disposizione della popolazione. Con i ricavi dello sfruttamento delle enormi risorse, sono state finanziate le politiche sociali a favore della popolazione e delle fasce più povere.
La Riforma agraria ha redistribiito le terre possedute dai latifondisti.
Sono state migliorate le condizioni di lavoro e ridotta l’età pensionabile.
Un rapporto dell’Unesco ha dichiarato che in Bolivia è stato sradicato l’analfabetismo. La Bolivia, con l’approvazione di una nuova Costituzione, è diventata uno ststo plurinazionale dove tutte le popolazioni indigene (più di 40) sono poste sullo stesso piano con gli stessi diritti. Morales è il primo Presidente indio della Bolivia.
La Bolivia, insieme al Venezuela chavista e altri Paesi progressisti dell’area, ha costruito rapporti di solidarietà tra stati latinoamericani, colpendo gli interessi imperialistici degli Usa che considerano l’America Latina il proprio cortile di casa. E proprio come con il Venezuela, l’imperialismo nordamericano non accetta l’indipendenza boliviana e sta facendo di tutto per denigrare l’opera di Evo Morales e dal Mas, sostenendo apertamente le destre.
Ma il processo rivoluzionario continua ed Evo Morales è il favorito alle prossime elezioni presidenziali che si terranno il prossimo 20 ottobre.

  Movimiento Al Socialismo – Bergamo

Rifondazione Comunista/ Sinistra Europea – Bergamo

Submit a Comment


5 × = quaranta cinque

взять кредитзаймы на карту онлайн