Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | December 10, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

(18.02.19) Seriate. Assemblea pubblica: “Quale sviluppo per Seriate all’interno della Grande Bergamo?”

(18.02.19) Seriate. Assemblea pubblica: “Quale sviluppo per Seriate all’interno della Grande Bergamo?”

LUNEDI’ 18 FEBBRAIO alle ORE 20.45, presso CIRCOLO di RIFONDAZIONE COMUNISTA in VIA MARCONI N. 40 a SERIATE

.

ASSEMBLEA PUBBLICA

URBANISTICA, TERRITORIO, MOBILITA’, CENTRO STORICO, SOCIALITA’: QUALE SVILUPPO DI SERIATE ALL’INTERNO DELLA “GRANDE BERGAMO”?

.

NE DISCUTIAMO CON

FRANCESCO MACARIO, esperto di urbanistica ed ex assessore del Comune di Bergamo

.

Presenta: MARCO SIRONI (Segretario del Circolo “Angelo Polini” Prc/Se)

 

Lunedì 18 FEBBRAIO alle ORE 20.45 presso CIRCOLO di RIFONDAZIONE COMUNISTA in VIA MARCONI N. 40 a SERIATE


  • IN MERITO AL DIBATTITO SULLA STAZIONE DI SERIATE: IL VERO PROBLEMA DA AFFRONTARE E’ QUALE TIPO DI MOBILITA’

  • SERVE REALIZZARE IL METRO’ LEGGERO MONTELLO/PONTE SAN PIETRO E POTENZIARE IL TRASPORTO PUBBLICO PER DECONGESTIONARE IL TRAFFICO CHE GRAVA SULLA NOSTRA CITTA’

  • RUDURRE I VOLI E L’IMPATTO DELL’AEROPORTO DI ORIO AL SERIO

Il dibattito su dove deve essere posta la stazione di Seriate (restare dove è adesso o essere spostata in altra zona) è importante ma non esaustivo del problema. C’è da chiedersi innanzitutto perché siano stati stanziati 1,7 milioni di  euro per lavori di adeguamento tecnologico della stazione attuale (realizzazione del sottopasso, innalzamento del marciapiedi, ecc.)  se poi s’intende spostarla. Ma, a nostro avviso, l’attenzione va posta sulle politiche di mobilità  generale  che si intendono mettere in atto per facilitare lo spostamento delle persone in un’area fortemente congestionata da traffico su gomma e coinvolta fortemente dalla presenza del terzo scalo, per numero di passeggeri, d’Italia (aeroporto di Orio al Serio). Insomma bisogna uscire dalla logica localistica e paesana, tipica della Lega, per affrontare il problema in modo più ampio e complessivo riguardo la mobilità a Seriate in un ambito di area, cioè di grande Bergamo.

Per questo noi riteniamo fondamentale non solo il potenziamento del trasporto pubblico dalle Valli Cavallina e Calepio verso il capoluogo (durante il week end questo tipo di trasporto si riduce quasi a zero) ma soprattutto realizzare, utilizzando e potenziando il sedime esistente, il metrò leggero da Montello a Ponte San Pietro. In particolare questa ultima infrastruttura permetterebbe di migliorare notevolmente la mobilità togliendo auto dalle strade intasate e permettendo ai pendolari (lavoratori e studenti) di raggiungere Bergamo e Milano in tempi rapidi e a costi contenuti.  Se ne parla da anni, ma i tempi continuano a scivolare.

Altro nodo è quello dell’aeroporto, che oggi a livello ambientale, ha superato il livello di saturazione. Di fronte ai notevoli disagi che questa infrastruttura crea sul territorio anche seriatese, crediamo non più rinviabile l’obiettivo di ridurre il numero dei voli aerei. Oggi siamo ormai a 13 milioni di passeggeri l’anno, quando il limite massimo nel 2004 era stato posto a 6.174.00 e l’aeroporto di Malpensa risulta sottoutilizzato. Senza dimenticare che da tempo è urgente il collegamento di tipo ferroviario con il nostro aeroporto.

La Lega e le forze di  destra, pur governando da quasi 25 anni Seriate e la Regione, non hanno mai affrontato questi problemi in modo serio e complessivo e oggi fanno le vittime, ma in realtà hanno pesanti responsabilità dirette di una situazione dei trasporti inefficiente e inquinante.

Volantino: fronte   retro

A cura: RIFONDAZIONE COMUNISTA, Circolo “Angelo Polini” Via Marconi, 40 – Seriate

Submit a Comment


2 × nove =

взять кредитзаймы на карту онлайн