Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | November 22, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

(22.12.18) Bergamo. Tentorio & c. a difesa del calendario con Antonio Locatelli

(22.12.18) Bergamo. Tentorio & c. a difesa del calendario con Antonio Locatelli

La destra rivendica le sue glorie

Figuriamoci se la destra, quella ufficiale e in doppio petto, se ne poteva stare zitta (cfr. Bergamonews 21.12.2018). Ma è bene che si facciano i conti fino in fondo con l’icona del Locatelli perché – e in questo hanno ragione Tentorio e gli altri – tanta parte della classe dirigente bergamasca è ben lontana dall’averli fatti. La guerra di aggressione all’Etiopia fu un vero orrore, ed è vergognoso che nella nostra città ci siano ancora monumenti e vie dedicate ad Antonio Locatelli ed altri personaggi legati a quello schifo di cui a livello di massa non si ha ancora piena consapevolezza malgrado l’abbondanza, la scientificità e l’inequivocabilità della documentazione messa a disposizione dagli storici a partire da Angelo Del Boca in avanti. I bombardamenti all’iprite contro i villaggi etiopi, l’Amba Aradam, il gigantesco pogrom di Addis Abeba con decine di migliaia di morti fra i civili inermi dopo il fallito attentato a Graziani, il massacro dei monaci cristiano-copti (mai tanti religiosi cristiani furono massacrati così barbaramente in una sola volta): questi sono solo alcuni degli orrori di una guerra coloniale che sarebbe stata superata – come numero di vittime – solo dalla guerra del Vietnam. L’aviatore Locatelli scelse di partecipare in prima fila (fino a morirci) a quell’orrore dove il fascismo ha evidenziato fino in fondo e in modo sanguinario la sua profonda matrice belluina, muscolare e razzista. E’ un personaggio da cui prendere definitivamente le distanze. Altro che patrocinare (a nome di chi?) un calendario – come hanno fatto Comune e Provincia di Bergamo – che mette “l’eroe” ad emblema della Bergamo del primo Novecento! Confermiamo ovviamente con forza e convinzione la nostra richiesta del ritiro di questa pubblicazione come ha dichiarato di voler fare il Comune di Bergamo. Se vogliono Tentorio e gli altri il calendario se lo facciano loro, a loro nome, se lo paghino loro che di soldi ne hanno, ma se lo tengano nelle loro case e nei loro riservati studi professionali. (22.12.18, Ufficio stampa Prc-Se di Bergamo e provincia)

Submit a Comment


tre + = 12

взять кредитзаймы на карту онлайн