Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | November 17, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

(08.10.18) Bergamo. Parkingfara/Unesco. Il Comitato contro il maxi-pacheggio torna in consiglio comunale

(08.10.18) Bergamo. Parkingfara/Unesco. Il Comitato contro il maxi-pacheggio torna in consiglio comunale

Lunedì 8 ottobre, ore 17.45 al Comune di Bergamo (Palazzo Frizzoni)

Rifondazione Comunista, condividendone le ragioni e gli obiettivi, invita a partecipare alla mobilitazione promossa dal Comitato Noparkingfara. L’appuntamento è alle ore 17.45 presso il municipio di Bergamo.

Di seguito il comunicato del Comitato Noparkingafara

“LUNEDì PROSSIMO IL COMITATO NOPARKINGFARA TORNA IN CONSIGLIO COMUNALE !!!  DIMISSIONI!

Dopo gli eventi degli ultimi giorni, è ormai chiaro a tutti ed incontrovertibile che UNESCO ed ICOMOS (l’organizzazione internazionale incaricata da Unesco per la valutazione delle candidature dei siti) nulla sapevano del parcheggio di via Fara al momento della candidatura di Bergamo a patrimonio mondiale dell’umanità e nemmeno ne sono state avvertite al momento in cui, soltanto poche settimane dopo la visita ispettiva per la candidatura, il Consiglio Comunale ha approvato la variante di progetto per il parcheggio e ridato l’avvio all’iter per la sua costruzione, come nulla ne hanno saputo fino a quando non ne sono state avvisate da una segnalazione “terza”.

Del resto la relazione di ICOMOS recentemente trasmessa al Comune di Bergamo dal World Heritage Centre UNESCO, proprio questo contesta alla nostra amministrazione: «Ce project n’est pas mentionné dans le dossier de proposition d’inscription et n’a pas été porté à l’attention de la mission tecnique d’évaluation réalisée au moment de la proposition d’inscription du bien …».

E la stessa risposta diffusa dal Comune e che cioè in sostanza l’ispettore avrebbe dovuto accorgersene da sé, della presenza del cantiere, in quanto «ben visibile» lungo il percorso della visita (nonostante esso fosse invaso dalla vegetazione cresciuta dopo oltre 7 anni di fermo-cantiere) e porre eventuali domande, toglie ogni dubbio sulla questione.

Per questo appare sempre più grave l’operato del consigliere delegato per Città Alta ROBERTO AMADDEO il quale, ancora il 13 ottobre 2017, nelle sue vesti di rappresentante cittadino, con atto ufficiale protocollato (PG U0333936–2017), su carta intestata del Comune di Bergamo, rispondeva a preciso quesito formulato riguardo al fatto che Unesco fosse stata o meno messa al corrente del progetto del parcheggio:

«L’informazione nei confronti di UNESCO avviene in modo costante … l’interlocuzione […] ha riguardato […] la vicenda del parcheggio di via Fara, di cui si sono illustrate la storia, le caratteristiche e le positive ricadute».

Tali affermazioni, alla luce dei recenti fatti e dei documenti resi pubblici, ci appaiono non corrispondenti al vero e quindi gravissime in quanto rilasciate ufficialmente, e protocollate, dal dott. Amaddeo nello svolgimento delle sue funzioni pubbliche di rappresentante cittadino”. (Comitato Noparkigfara, ottobre 2018)

Submit a Comment


sette × 6 =

взять кредитзаймы на карту онлайн