Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | July 16, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

(17.01.18) MORIRE SUL LAVORO NEL 2018

(17.01.18) MORIRE SUL LAVORO NEL 2018

Dichiarazione di Giampiero Bonvicino, candidato di “Sinistra per la Lombardia” nelle elezioni regionali

A Milano, nella ricca e moderna Lombardia, tre Persone, tre Lavoratori perdono la vita durante il turno di lavoro.
Morire sul lavoro e di lavoro nel 2018 è assurdo, ma è ancora più assurdo che chi ha votato e promosso le scellerate leggi contro i lavoratori e il lavoro salariato, oggi piangeranno lacrime di coccodrillo in diretta tv e si strapperanno le vesti per il tragico incidente.
Ma non è stato un incidente a portare via tre persone ai propri cari, ma un vero e proprio omicidio commissionato da scellerate leggi neoliberiste, da chi ha tagliato e non ha investito sulla sicurezza nei posti di lavoro e da chi in passato ha affermato che “la legge sulla sicurezza sul lavoro è lusso che non ci possiamo permettere”.
Quanta gente dovrà morire ancora prima che si capisca che le politiche di austerità sono assassine? Nessuno pagherà per queste morti, i responsabili sono stati già assolti in nome dei mercati e del profitto. Chi ieri ha votato e voluto le controriforme del lavoro e delle pensioni oggi si presenta ai cittadini negando responsabilità, riproponendo le solite ricette fatte di privatizzazioni, liberalizzazioni, decontribuziioni, defiscalizzazioni, deregolamentazioni, insomma la solita macchina per creare sempre più precariato e insicurezza.
Serve un cambio di rotta forte e deciso affinché tragedie come quella di ieri a Milano non si ripetano più; servono politiche che mettano al centro le persone e che puntino a diminuire drasticamente le disuguaglianze, rimettendo al centro il modello sociale ed economico tracciato dalla nostra Costituzione. (Bergamo, 17.01.18 – Gianpiero Bonvicino)

Submit a Comment


− 1 = sette

взять кредитзаймы на карту онлайн