Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | December 16, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

(16.09.17) Lavoro. Senza diritti, non c’è sicurezza

(16.09.17) Lavoro. Senza diritti, non c’è sicurezza

Incidenti sul lavoro. Comunicato stampa Rifondazione Comunista/Sinistra Europea – Bergamo

COMUNICATO STAMPA

È dei giorni scorsi la notizia dell’ennesimo incidente sul lavoro nella Bergamasca. All’Iper di Seriate un operaio è stato investito da un muletto e trasportato in ospedale. Esprimiamo vicinanza e solidarietà al lavoratore, fortunatamente non in pericolo di vita, e alla sua famiglia.

Ancora una volta assistiamo a incidenti e infortuni sul lavoro nel nostro territorio. Nel solo 2017 si sono verificati nella nostra provincia 9 incidenti mortali (l’ultimo qualche settimana fa a Mornico) e ben 6372 denunce di incidenti: un dato allarmante e gravissimo, in aumento rispetto al 2016.

La crescita di incidenti e infortuni sul posto di lavoro è indice di un aumento generalizzato dei carichi di lavoro e dell’età pensionabile: si lavora di più, coprendo più mansioni e in meno persone. L’aumento dello sfruttamento dei lavoratori porta ad un aumento di incidenti e infortuni. Aumentano i cicli e i ritmi produttivi: aumentano le ore di lavoro per sempre meno lavoratori occupati. Ecco le politiche per il lavoro dei governi Monti, Letta, Renzi e Gentiloni!

Non è possibile far continuare a lavorare le persone fino a più di 60 anni e contemporaneamente lasciare a casa milioni di giovani. Pretendiamo un maggior controllo da parte delle istituzioni circa l’applicazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro. È ora di ridurre carichi e orario di lavoro a parità di salario. La ricetta c’è: lavorare tutti, lavorare meno. (Bergamo, 16.09.17, Francesco Macario, segretario provinciale Prc-SE, Mario Intraina, segretario circolo Prc-SE Seriate, Cristiano Poluzzi, commissione lavoro Prc-SE)

Submit a Comment


× tre = 6

взять кредитзаймы на карту онлайн