Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | July 28, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

(15.07.17) Ci piace saltare! Ma il GAP GENDER da rapporto Istat 2016, intendiamo decostruirlo

(15.07.17) Ci piace saltare! Ma il GAP GENDER da rapporto Istat 2016, intendiamo decostruirlo

Il bel paese/sistema Italia è un insieme con un basso tasso di occupazione femminile (48,5%) e con un tasso demografico pari a 0: nel 2016 le nascite sono scese 500 mila soggetti.

In termini economici e pensionistici, una donna madre (nativa o non nativa) che dopo 24 mesi dalla maternità è costretta a divenire NON PRODUTTIVA, si impoverisce del 35%.

I due fenomeni sono tra loro intrecciati e non hanno a che fare solo con il dramma della “crisi liberista” in atto da parecchi anni. Donne e uomini, incontrano nel mercato del lavoro attuale sfruttamento e ricatti ad ampio spettro con la persistenza di un sistema sessista e patrilineare che le donne, fra le molteplici discriminazioni de-generate, pagano un prezzo altissimo quando diventano madri.

Una donna su quattro dopo la maternità, scelta o casuale che sia, lascia la propria occupazione frequentemente sottopagata, precaria e demansionata viste le precarie condizioni contrattuali nonostante l’ingnobile “JOB ACT”, per l’impossibilità far convergere i tempi di lavoro con i tempi di vita ancora ingabbiati in quel “lavoro invisibile” niente affatto naturale riassumibile in lavoro gratuto di cura e riproduzione.

La preoccupazione di Tito Boeri (bontà sua) in merito, così come lo è stata relativamente alle recenti posizioni governative sui flussi migratori, è assai semplice ed agghiacciante: sempre meno donne produttive, sempre meno figli/e da impossibilità economica nel loro mantenimento e crescita, sempre meno contributi versati nelle casse dell’Inps. L’allarme che lancia: chi pagherà in futuro le pensioni? Lo stesso discorso vale per le e i migranti, di qui le ulteriori preoccupazioni del Presidente per la chiusura delle frontiere.

La spinta governativa francamente reazionaria e solo “dichiarata” è quella di agevolare, insieme all’occupazione femminile, un nuovo baby-boom…ossia di tornare a far essere le donne italiane delle funzionanti macchine per la riproduzione, al netto di qualche concessione – briciole – sul piano del lavoro e del welfare selvaggiamente tagliato ed assunto per stereotipia indotta da una cultura patriarcale-eterosessuata dominante.

Il nodo cruciale, in una prospettiva femminista – in un paese in cui ogni due giorni una donna viene uccisa, in cui la nuova povertà riguarda primariamente le donne, in cui il tasso di disoccupazione femminile è altissimo, come quello, del resto, del differenziale salariale, in cui l’elemento della dipendenza economica continua a pesare come un macigno sulla possibilità per le donne di intraprendere percorsi di fuoriuscita da relazioni violente – sta innanzitutto nell’abbattimento della logica secondo cui alle donne spetterebbero per definizione le attività domestiche e di cura.

Di qui il rifiuto di ogni approccio teso a favorire la cosiddetta conciliazione tra lavoro produttivo e lavoro riproduttivo; la questione della riproduzione non è un “problema femminile”, perciò deve essere ri-socializzata alla società nel suo complesso. Per questo vogliamo che l’indennità di maternità sia generalizzata e incondizionata, non solo dunque per le lavoratore subordinate e parasubordinate e non solo in presenza di un contratto di lavoro; lo stesso per quella di paternità, rivendichiamo una radicale estensione di essa come sostegno effettivo alla genitorialità condivisa; il rifinanziamento, il potenziamento e l’accesso universale ai servizi per l’infanzia.

Dunque chiediamo scelte politiche assai distanti da quelle appena varate dal Governo per contrastare la povertà, il REI – reddito di inclusione –, di cui rifiutiamo i tratti distintivi: il fatto di essere categoriale riguarderà cioè solo poche “famiglie”, con figli/e minori o disabili a carico e in condizioni di gravissima indigenza economica misurata attraverso l’ISEE e IRS, peraltro irrisorio, 340 euro mensili), rivolto alla famiglia e non alla persona, condizionato per chi ne beneficerà ….a un percorso di “inclusione” la cui non osservanza implica la sospensione dell’obolo o ennesimo bonus, tanto caro a questo Governo che certo non ha, nei propri obiettivi, il superamento sistemico del problema ma vegeta su una sorta di attendismo repplicante.

Tutto ciò è da respingere con forza al mittente, in quanto lontano dai principi dell’universalismo, dell’individualità, dell’autodeterminazione e dell’autonomia implicita alla nostra posizione femminista. (Da Non Una di Meno – Roma, a cura Laura Tonoli)

Submit a Comment


− quattro = 0

взять кредитзаймы на карту онлайн

500-260    | 640-864    | 70-413    | C2090-560    | 98-364    | C4090-971    | MB2-701    | EX0-001    | C_TFIN52_66    | AWS-SysOps    | HP0-S42    | 70-413    | 98-365    | 1V0-605    | 3308    | MB7-701    | M70-101    | 3309    | 70-466    | DEV-501    | 642-874    | 70-463    | MB6-703    | C4040-250    | C_TADM51_731    | 1Y0-301    | 70-331    | HP2-Z36    | CISSP    | 98-365    | 1z0-432    | 300-101    | PMP    | 070-410    | 300-115    | 70-411    | 220-802    | 70-462    | AWS-SYSOPS    | 70-488    | 101-400    | CCD-410    | 2V0-620    | 70-413    | 70-410    | 1Z0-060    | 200-310    | 70-411    | 70-412    | 070-410    | 70-414    | S90-03A    | 070-410    | 70-414    | 400-051    | MB6-703    | CISM    | 70-411    | 70-463    | 70-410    | 300-101    | 70-488    | 70-411    | PR000041    | 70-480    | 400-051    | 3002    | 98-364    | DEV-401    | 210-260    | DEV-401    | MB6-703    | 300-101    | SY0-401    | 220-802    | 74-697    | 210-060    | 100-101    | 642-999    | 300-101    | 3002    | 70-463    | 70-486    | PMP    | 70-347    | 1Z0-060    | N10-006    | 1V0-601    | SY0-401    | 1Z0-133    | CCA-500    | EX200    | 101-400    | 642-999    | DEV-401    | 70-480    | 70-413    | 642-998    | PRINCE2-FOUNDATION    | MB5-705    | 101    | 070-411    | 644-906    | 810-403    | 1Z0-050    | AWS-SYSOPS    | ADM-201    | 1Z0-051    | 070-680    | 400-101    | MB6-702    | C2020-011    | 70-488    | 74-343    | 2V0-620    | 070-680    | 070-486    | 400-201    | 644-906    | S90-03A    | DEV-401    | FCBA    | 350-080    | CRISC    | E20-597    | MB2-707    | 101    | 70-483    | 1Z0-050    | 70-417    | 070-461    |