Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | October 23, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

(07.04.17) Prc-bergamo: “No ai decreti Minniti-Orlando su immigrazione e sicurezza urbana

(07.04.17) Prc-bergamo: “No ai decreti Minniti-Orlando su immigrazione e sicurezza urbana

No al governo che combatte i poveri invece di combattere le povertà. La sicurezza si afferma nella solidarietà, non nella paura e nel razzismo.

Con i decreti Minniti-Orlando su immigrazione/respingimenti e sicurezza urbana, il governo Gentiloni mostra di voler inseguire le posizioni più retrive di natura razzista e securitaria.

Il decreto sui migranti, che fa seguito agli accordi Italia-Libia, determinerà un diritto speciale, detenzione prolungata, moltiplicazione dei Cie, rimpatri forzati, costringendo ancor di più le persone a vivere all’ombra senza potersi costruire un futuro.

Quello sulla “sicurezza urbana” è un decreto fatto invece su misura dei sindaci-sceriffi che, incapaci di affrontare i problemi delle città, vogliono ottenere consenso spostando l’attenzione sulla sicurezza. Come non bastassero i “pacchetti” introdotti da vari governi, con il cosiddetto “daspo urbano” sarà possibile allontanare discrezionalmente le persone il cui stile di vita è considerato deviante. Si punta cioè dichiaratamente a colpire i poveri e non le cause della povertà.

Bergamo, mentre ancora è in corso in Parlamento l’iter confermativo dei decreti, risulta la prima fra le città che intendono applicare “un’idea molto evoluta del concetto di sicurezza urbana” – sono parole del vicesindaco Gandi, cioè proteggere- cacciandone gli indesiderati – i luoghi urbani cari alla borghesia benestante e benpensante. Evidentemente è passato molto tempo da quando gli attuali amministratori avevano affidato le loro fortune mediatiche alla campagna sulle le panchine anti-clochard volute dalla precedente amministrazione!

Invece di approntare strumenti per l’accoglienza delle persone disperate che fuggono dalle guerre e dalla miseria, il Governo sceglie di inseguire Salvini giustificandone le farneticazioni.

Invece di combattere il degrado e la miseria prodotti dalla crisi e dalle politiche liberiste, si sceglie di allontanare semplicemente dalla vista i disperati – mai ce ne sono stati tanti nella nostra città! – costretti a vivere di espedienti e a pernottare dove capita. Ma in questo modo si creano altre ingiustizie e si moltiplicano i fenomeni che si dichiara di voler combattere, costruendo muri, divisioni e odi, che mettono in discussione proprio la convivenza civile.

Rifondazione Comunista aderisce e sostiene le iniziative di mobilitazione che si stanno moltiplicando per fermare i decreti Minniti-Orlando. Comunicheremo nei prossimi giorni gli appuntamenti contro le amministrazioni comunali, a partire dalla città di Bergamo, che hanno preannunciato l’introduzione di ulteriori provvedimenti securitari o antimmigrati. Invitiamo alla massima partecipazione alla manifestazione promossa dai centri sociali di Napoli il 22 aprile a Pontida: contro i razzisti e contro chi ne concretizza i disvalore a suon di decreti-legge. (Bergamo, 07.04.17, Rifondazione Comunista-Federazione di Bergamo)

Submit a Comment


5 + = quattordici

взять кредитзаймы на карту онлайн