Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | November 21, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

(18.06.15) Ventimiglia. Senza solidarietà l’Europa non ha senso.(comunicato Prc-Bergamo)

(18.06.15) Ventimiglia. Senza solidarietà l’Europa non ha senso.(comunicato Prc-Bergamo)

Le gravi vicende del blocco contro migranti attuato alla frontiera tra Italia e Francia dal governo francese a guida socialista (irrispettoso delle regole europee condivise) gettano nello sgomento chi crede che l’Unione Europea, fondata sulle macerie di una cruenta guerra mondiale e dopo l’orrore nazista, abbia un senso ed un futuro che realizzi la piena solidarietà tra gli Stati che ne fanno parte, andando oltre l’unione monetaria e finanziaria che ha prodotto per ora solo macelleria sociale.

Infatti le vicende in corso a Ventimiglia in queste ore, sono tra le pagine più brutte dell’ancora fragile unione dei paesi europei, e rischiano di farci cadere nella deriva fascista, razzista e populista, spaventosamente evocatrice di un passato che abbiamo il dovere di non dimenticare.

Queste vicende avvengono perché l’Europa e gli europei sono oggi vittime della crisi economica e finanziaria determinata dall’applicazione da parte Grande Coalizione (tra democristiani e socialisti) delle regole del rigore monetario e dell’austerità che affama interi popoli. Regole inique e imposte antidemocraticamete. E’ su questo forte disagio che oggi speculano in molti al fine di costruire le loro fortune politiche.

Speculano quelli che – mentendo – indicano negli ultimi, cioè nei profughi e migranti, la principale causa delle difficoltà economiche che attanagliano i cittadini europei. La nascita dell’eurogruppo  ”Europa delle Nazioni e delle libertà”, che è un gruppo anti immigrazione capeggiato dai fascisti  e xenofobi Le Pen e Salvini e formato da parlamentari della Lega Nord, FPÖ austriaca, Pvv olandese, Vlaams Belang belga, Front National, rappresenta un segnale allarmante. 

Ma speculano anche gli esponenti della Grande Coalizione, e Renzi tra questi, che usano il giusto timore delle destre fasciste per garantirsi quel consenso che le loro politiche economiche non hanno più credibilità tra i cittadini, secondo i principi: “dopo di noi il diluvio” o “noi o i fascisti”.

Due facce della stessa cinica politica che specula sulle sofferenze e la vita di milioni di persone europei e migranti.

Il Partito della Rifondazione Comunista rifiuta questa concezione della politica. Rifiuta le politiche neoliberiste che stanno schiacciando gli europei a partire dalla Grecia. Si schiera a fianco di chi continua a prestare soccorso, accoglienza e solidarietà ai richiedenti asilo. In coerenza con le politiche sull’immigrazione proposte dagli/dalle europarlamentari del Gue, sostiene la necessità di istituire corridoi umanitari in Europa e auspicano che la popolazione e le amministrazioni locali attivino ogni misura utile a garantire dignitosa ospitalità a chi fugge da condizioni disperate.

Restiamo umani.

(Bergamo, 18.06.15, Francesco Macario, segretario provinciale della Federazione Prc di Bergamo)

Submit a Comment


− 2 = sette

взять кредитзаймы на карту онлайн