Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | October 18, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

(25.05.15) Europa delle Banche o Europa dei popoli? – Scheda a cura Prc- Bergamo

(25.05.15) Europa delle Banche o Europa dei popoli? – Scheda a cura Prc- Bergamo

Con la carta di Ventotene l’Europa era una sfida democratica meravigliosa. Ora invece è in pericolosa involuzione. L’Unione Europea mostra un volto fallimentare e odioso costruito anno dopo anno dalla voracità antisociale e dall’ottusità delle sue classi dominanti.

L’Europarlamento che è eletto da tutti i cittadini, non ha veri poteri politico-democratici.

Non a caso dal 2007 ai cittadini si impongono, in nome dell’emergenza, sacrifici (austerità) per disastri scatenati da pochi individui che sono a capo della finanza speculativa globale. E’ aumentato il debito pubblico, è aumentata la pressione fiscale, è aumentata la disoccupazione.

Il lavoro è stato derubato di tutti i diritti conquistati con duri sacrifici e lotte.

Questo è il neoliberismo e la logica del libero mercato, ovvero della ricerca del massimo profitto senza freni, in cui la manovra delle risorse economiche alimenta la somma di tutti gli egoismi individuali e la crescita delle diseguaglianze, con il risultato che il 10 % di ricchi è sempre più ricco e il restante 90% sempre più povero.

Un po di storia

Il Neoliberismo nasce nel 1950 come versione radicale del liberismo in base al principio che l’uomo ottenga il massimo profitto in tutto: nelle emozioni, nelle relazioni tra individui, tra nazioni, in politica, nella finanza, nella scienza , nella tecnologia , nella cultura e nell’arte.

Nel 1970 l’economia mondiale ristagna.

Nel 1971 per stampare più dollari Richard Nixon ( Stati Uniti) abolisce la convertibilità tra dollaro e oro , ma l’economia (motore n°1) continua a rallentare . Cento anni prima Karl Marx aveva previsto”Collassi da sovraproduzione”. I politici dicono “si accenda il motore n°2, la Finanza.

Nel 1981 Margareth Takcher (Gran Bretagna) e Ronald Reagan (Stati Uniti) ordinano “Deregolamentazione ovunque”.

Nel 1999 Billy Clinton (Stati Uniti) abroga il GLASS STEAGALL ACT, varato dopo la crisi del 1929 per evitare altri crack. Banche normali, che hanno i risparmi delle famiglie, e banche di affari si fondono di nuovo insieme. La speculazione finanziaria torna libera . Nel 2000 nasce l’Euro ma l’Europa politica non c’è ancora. L’economia è finanziarizzata .

Il più potente mezzo politico di sempre – LA MONETA- è in mano alle banche e non ai cittadini.

Nel 2007 molte banche occidentali stanno “fallendo”, ma i politici occidentali (Governi Italiani in prima fila) le tengono in vita salvandole con trilioni di soldi pubblici.

Nel 2011 le Banche sono di nuovo in fallimento ma i soldi per risollevarle ora non ci sono più. Tocca allora ai debiti sovrani degli Stati . Decidono che bisogna smantellare il Welfare (lo stato sociale) dei cittadini. Per fare ciò si pongono il problema di come tenere a bada le opinioni pubbliche . Ecco il “Mantra” recitato dai governi: “Sono 30 anni che i lavoratori e la classe media vive al di sopra delle sue possibilità”. In realtà non è lo stato sociale che dissesta i conti pubblici ma la speculazione finanziaria con i soldi dei contribuenti ( di chi paga tutte le tasse)

Il Welfare reale , e il potere di acquisto dei salari e stipendi non crescono dagli anni 70.

La finanza incontrollata crea dal nulla cifre immense di denaro fittizio tramite crediti e titoli derivati totalmente avulsi dall’economia reale. Denaro finto con cui la “Finanza Ombra”, sempre impunita , compra beni veri . Nessuno sa quanto denaro finto sia stato creato dai tasti ENTER di computer iper-tech. Neppure nel Medioevo più buio la magia dei ricchi ha potuto tanto contro i poveri.

Nel 1992 si elabora a Maastricht Il Fiscal Compact (Patto Finanziario).

Il Fiscal Compact è il trattato Internazionale ratificato da 25 Stati(su 27) dell’Unione Europea. Tutti i paesi firmatari (tra cui l’Italia) sono ora vincolati da “regole di oro “ dichiarate a Mastricht nel 1992:

1° – obbligo di pareggio di Bilancio. Lo Stato non può più indebitarsi con il deficit.

2° – Obbligo di mantenere il deficit pubblico a non più del 3% del PIL (Prodotto Interno Lordo).

3° – Obbligo di ridurre il rapporto fra Debito Pubblico e PIL. Tutti i paesi che hanno un rapporto tra Debito Pubblico (al numeratore) e PIL (al denominatore) superiore al 60% devono ridurre in 20 anni la parte di Debito Pubblico che eccede il 60% al ritmo del 5% all’anno ( 1/20°) per 20 anni.

Nel 2014 il rapporto tra Debito pubblico e PIL era in Italia pari al 133%.

Una percentuale tremenda e fuori controllo. Il debito mostruoso si è creato negli anni 80 /90 per colpa del clientelismo, della corruzione diffusa e incapacità di visione politica. Se non cresce il PIL le rate a carico dell’Italia saranno terrificanti: più di 50 miliardi a decrescere ogni anno dal 2015 in avanti. Per comprendere il ventennio che ci attende si pensi ad esempio che tutta la spesa sanitaria italiana costa 120 miliardi all’anno. La ratifica del Fiscal Compact nel luglio del 2012 è stata votata dai 2 rami del Parlamento italiano (Camera e Senato) da ampie maggioranze (PD, Forza Italia, Lega e stampelle varie) con sedute lampo e senza dibattiti pubblici.

Senato 216 si, 21 astenuti, 24 no. Camera dei Deputati 368 si , 65 astenuti, 65 no.

NOTA: Domani avrai solo i diritti che difendi oggi. Le schede elettorali sono una arma di difesa (e non deve essere la sola). Ogni tuo voto può cambiare le cose. Ma perché il tuo voto sia efficace devi conoscere .

Ma votare non basta: Serve la tua partecipazione diretta per fermare la macchina infernale sopra descritta.

Per Rifondazione Comunista –federazione di Bergamo – Vittorio Armanni

Submit a Comment


1 × due =

взять кредитзаймы на карту онлайн

500-260    | 640-864    | 70-413    | C2090-560    | 98-364    | C4090-971    | MB2-701    | EX0-001    | C_TFIN52_66    | AWS-SysOps    | HP0-S42    | 70-413    | 98-365    | 1V0-605    | 3308    | MB7-701    | M70-101    | 3309    | 70-466    | DEV-501    | 642-874    | 70-463    | MB6-703    | C4040-250    | C_TADM51_731    | 1Y0-301    | 70-331    | HP2-Z36    | CISSP    | 98-365    | 1z0-432    | 300-101    | PMP    | 070-410    | 300-115    | 70-411    | 220-802    | 70-462    | AWS-SYSOPS    | 70-488    | 101-400    | CCD-410    | 2V0-620    | 70-413    | 70-410    | 1Z0-060    | 200-310    | 70-411    | 70-412    | 070-410    | 70-414    | S90-03A    | 070-410    | 70-414    | 400-051    | MB6-703    | CISM    | 70-411    | 70-463    | 70-410    | 300-101    | 70-488    | 70-411    | PR000041    | 70-480    | 400-051    | 3002    | 98-364    | DEV-401    | 210-260    | DEV-401    | MB6-703    | 300-101    | SY0-401    | 220-802    | 74-697    | 210-060    | 100-101    | 642-999    | 300-101    | 3002    | 70-463    | 70-486    | PMP    | 70-347    | 1Z0-060    | N10-006    | 1V0-601    | SY0-401    | 1Z0-133    | CCA-500    | EX200    | 101-400    | 642-999    | DEV-401    | 70-480    | 70-413    | 642-998    | PRINCE2-FOUNDATION    | MB5-705    | 101    | 070-411    | 644-906    | 810-403    | 1Z0-050    | AWS-SYSOPS    | ADM-201    | 1Z0-051    | 070-680    | 400-101    | MB6-702    | C2020-011    | 70-488    | 74-343    | 2V0-620    | 070-680    | 070-486    | 400-201    | 644-906    | S90-03A    | DEV-401    | FCBA    | 350-080    | CRISC    | E20-597    | MB2-707    | 101    | 70-483    | 1Z0-050    | 70-417    | 070-461    |