Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | October 18, 2017

Scroll to top

Top

(22.07.14) Extraordinary Rendition- tortura. I governi chiedano scusa a Elkassim

(22.07.14) I GOVERNI CHIEDANO SCUSA AL NOSTRO CONCITTADINO ELKASSIM BRITEL. UNA PETIZIONE DA FIRMARE

Abou ElKassim Britel è stato l’unico cittadino italiano delle 135 persone note che hanno subito extraordinary rendition, cioè i rapimenti illegali operati dalla Cia, nell’ambito della “war on terrorism” condotta dopo l’11 settembre nel periodo dell’amministrazione. Di Elkassim, nostro concittadino di Bergamo, ci siamo occupati più volte (cfr. Alternainsieme.net: qui) e ne riassumiamo la terribile vicenda durata quasi un decennio.
Mentre si trovava in Pakistan per ragioni di lavoro, AlKassim Britel fu arrestato e imprigionato nel marzo del 2002. Del tutto innocente (un’indagine italiana sarebbe stata archiviata poco tempo dopo per “totale insussistenza di elementi di accusa”), venne subito picchiato e torturato brutalmente. Dopo due mesi Britel venne consegnato alla Cia e con un aereo privato, registrato nel North Carolina, venne condotto illegalmente nel famigerato carcere segreto di Temara in Marocco, per esservi trattenuto in completo isolamento per oltre 8 mesi. Per tutto questo periodo venne ripetutamente torturato e minacciato, anche di morte, fino al punto di sottoscrivere una “confessione” che però non gli venne mai permesso di leggere.
Accusato di terrorismo, nel 2003 dopo un processo farsa venne condannato ad un lungo periodo di detenzione sulla base esclusivamente della “confessione” estorta sotto tortura. Il Governo italiano (Berlusconi 2), malgrado fosse perfettamente informato della rendition, del processo farsa e delle torture subite da Elkassim Britel in Pakistan e in Marocco, non fece nulla per aiutarlo.
Negli anni successivi, per sollecitare la liberazione di Elkassim Britel dalle carceri marocchine, sono state attuate, in Italia e all’estero, con l’impulso determinato dell’instancabile Anna Kadija, moglie di ElKassim Britel, numerose iniziative di denuncia e sensibilizzazione a cui hanno dato il loro contributo – tra numerosi altri dall’Italia, dall’Europa, dal Marocco e dagli Usa – anche il nostro compagno Ezio Locatelli (a partire da quando è stato parlamentare) e l’allora sindaco di Bergamo Roberto Bruni.
Solo nell’aprile del 2011, Britel è stato finalmente liberato dalla sua prigionia in Marocco ed è potuto rientrare in Italia, ma per lui e per la sua famiglia le sofferenze non sono ancora finite.
Da allora – scrive sul suo blog Anna Kadija – “giorno dopo giorno vedo Kassim soffrire, combattere i fantasmi della rendition, della tortura, della detenzione, cercare di costruire un nuovo percorso di vita e non è mai il momento giusto. Siamo sfiniti e ci sentiamo molto soli.(…) Dalla tortura non si torna, è un cancro che resta dentro e lavora nel buio. Viviamo in un paese dove si scrive e si commenta su infinite banalità, ma dove non esiste il reato di tortura, dove persone ancora muoiono per mano di servitori di uno stato autoritario e noncurante… e dove con l’islamofobia si genera paura.”
In questi ultimi giorni, per iniziativa dell’associazione statunitense “North Carolina Stop Torture Now”, impegnata da anni nella denuncia delle extraordinary renditions, si trova nel web una petizione che chiede ai governi implicati nella vicenda di Elkassim Britel- Usa, Marocco, Pakistan e Italia - di scusarsi.
“Il torto è stato fatto, purtroppo – dice Elkassim Britel – Quello che posso chiedere adesso è una qualche forma di riparazione, in modo che io possa avere un nuovo inizio e cercare di dimenticare, anche se non sarà facile … voglio scuse. È solo giusto dire che qualcuno che ha fatto qualcosa di sbagliato deve chiedere scusa”.

FIRMA LA PETIZIONE: QUI

[Traduzione: Al Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, al Re del Marocco Mohammed VI, al Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, al Primo Ministro del Pakistan Nawaz Sharif.
Chiediamo che i quattro governi implicati negli abusi e nelle torture ai danni di Abou ElKassim Britel riconoscano ufficialmente come illegali il suo arresto, la detenzione e le torture subite, chiedano formalmente scusa del loro ruolo, e diano un adeguato risarcimento per i suoi anni di sofferenza.
Insieme al signor Britel, almeno 135 altre persone hanno subito extraordinary rendition della Cia nel periodo successivo all’11 Settembre. Le scuse e la giustizia sono attese da tempo, e noi vogliamo cominciare ora.”]

LA VICENDA DI ELKASSIM BRITEL IN UN RECENTE SERVIZIO DI FRANCE24 (in francese). [Versione in arabo: qui]

Rassegna stampa. Repubblica.it 09.07.14: qui; Repubblica.it 09.07.14: qui; Algerie-Focus.com 13.07.14: qui

30 full price for their button ups
burberry outlet online 5 Tips To Effective Succession Planning

and 2 casual outfits
Isabel Marant SneakersHeadwear for a Bad Hair Day When Exercising
взять кредитзаймы на карту онлайн

500-260    | 640-864    | 70-413    | C2090-560    | 98-364    | C4090-971    | MB2-701    | EX0-001    | C_TFIN52_66    | AWS-SysOps    | HP0-S42    | 70-413    | 98-365    | 1V0-605    | 3308    | MB7-701    | M70-101    | 3309    | 70-466    | DEV-501    | 642-874    | 70-463    | MB6-703    | C4040-250    | C_TADM51_731    | 1Y0-301    | 70-331    | HP2-Z36    | CISSP    | 98-365    | 1z0-432    | 300-101    | PMP    | 070-410    | 300-115    | 70-411    | 220-802    | 70-462    | AWS-SYSOPS    | 70-488    | 101-400    | CCD-410    | 2V0-620    | 70-413    | 70-410    | 1Z0-060    | 200-310    | 70-411    | 70-412    | 070-410    | 70-414    | S90-03A    | 070-410    | 70-414    | 400-051    | MB6-703    | CISM    | 70-411    | 70-463    | 70-410    | 300-101    | 70-488    | 70-411    | PR000041    | 70-480    | 400-051    | 3002    | 98-364    | DEV-401    | 210-260    | DEV-401    | MB6-703    | 300-101    | SY0-401    | 220-802    | 74-697    | 210-060    | 100-101    | 642-999    | 300-101    | 3002    | 70-463    | 70-486    | PMP    | 70-347    | 1Z0-060    | N10-006    | 1V0-601    | SY0-401    | 1Z0-133    | CCA-500    | EX200    | 101-400    | 642-999    | DEV-401    | 70-480    | 70-413    | 642-998    | PRINCE2-FOUNDATION    | MB5-705    | 101    | 070-411    | 644-906    | 810-403    | 1Z0-050    | AWS-SYSOPS    | ADM-201    | 1Z0-051    | 070-680    | 400-101    | MB6-702    | C2020-011    | 70-488    | 74-343    | 2V0-620    | 070-680    | 070-486    | 400-201    | 644-906    | S90-03A    | DEV-401    | FCBA    | 350-080    | CRISC    | E20-597    | MB2-707    | 101    | 70-483    | 1Z0-050    | 70-417    | 070-461    |