Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | December 18, 2017

Scroll to top

Top

Congresso Prc. Ferrero: sono contrario ad una svolta a destra

* Intervento di Paolo Ferrero, segretario nazionale Prc (24.10.13)

Da qualche giorno circola sulla rete un appello di cento compagni e compagne che invitano a sostenere gli emendamenti sulle tesi  9 e 15-16 (prima firmataria Veronica Albertini) nel Congresso di Rifondazione Comunista.

Nell’appello si dice testualmente che: “Il concreto rischio che il nostro partito corre, in assenza di profondi mutamenti nella linea politica e nella composizione del gruppo dirigente, è la definitiva marginalizzazione”.

Sui mutamenti nella composizione del gruppo dirigente mi pare che tutti i documenti variamente convengano e quindi non dico nulla. Mi pare invece necessario approfondire bene quali sono i “profondi mutamenti della linea politica” che vengono proposti dagli emendamenti in questione.

Due mi paiono i principali cambiamenti di linea politica proposti, entrambi negativi.

In primo luogo negli emendamenti presentati si parla genericamente di unità della sinistra senza mai dire una parola sul rapporto con il centro sinistra. Si tratta effettivamente di una modifica radicale della linea politica, di un suo vero e proprio rovesciamento. Da Chianciano in poi abbiamo detto con chiarezza che occorre lavorare per aggregare la sinistra fuori dal centro sinistra. Lo abbiamo detto con chiarezza perché tutte le scissioni che Rifondazione Comunista ha subito sono avvenute su questa questione: dalla scissione dei comunisti unitari che nel 1994 scelsero di “baciare il rospo” e sostenere il governo Dini, alla scissione del 1998 dei Comunisti Italiani, finalizzata al sostegno al governo Prodi e poi alla partecipare a quelli D’Alema e Amato, fino alla scissione di Vendola nel 2009, avvenuta proprio sul tema del rientro all’interno del centro sinistra. Lo stesso fallimento della Federazione della Sinistra è avvenuto esattamente su questo tema, quando il PdCI scelse nel luglio scorso di aprire una trattativa con il PD invece di proseguire il cammino della lista autonoma della Federazione della Sinistra.

Proporre – come fanno gli emendamenti in questione – di unire la sinistra facendo finta che non esista il problema del rapporto con il centro sinistra apre la strada ad una unità fittizia, senza prospettive, tanto più visto l’orientamento di SEL e PdCI . Se praticata questa strada ci porterebbe al rischio di mettere in piedi un soggetto di sinistra che si spacchi nuovamente a 6 mesi dalle elezioni  – come è successo con la Federazione della Sinistra – o di finire noi stessi dentro il centro sinistra. Questo è il contrario di ciò che affermiamo nel documento non emendato: costruire un soggetto unitario e plurale della sinistra autonomo ed alternativo a questo centro sinistra.

Questo emendamento propone quindi un  netto cambio di linea politica, cancellando quanto abbiamo deciso in questi  5 anni da Chianciano in avanti. Proponendo che la costruzione della sinistra avvenga nell’ambiguità per quanto riguarda i rapporti con il centro sinistra. Penso che sia il contrario di quanto occorre per intercettare il disagio sociale che cresce nella crisi, per sconfiggere ile destre populiste ed è privo di senso logico nel momento in cui il PD da due anni governa con il PDL e si propone di manomettere pesantemente addirittura la Carta Costituzionale.

Il problema è quindi costruire la sinistra su basi democratiche e partecipate e nella piena consapevolezza che si tratta di un progetto politico alternativo al centro sinistra.

In secondo luogo l’emendamento propone di unificare Rifondazione Comunista e PdCI, anche qui senza specificare su che base politica debba avvenire questa riunificazione. Anche per quanto riugarda il PdCI l’emendamento non affronta il problema politico del rapporto con il centro sinistra di cui abbiamo già parlato sopra. Il PdCI si è diviso da Rifondazione sul rapporto con il centro sinistra, per sostenere il governo Prodi e poi per partecipare a quello D’Alema e Amato. Per proporre l’unità occorre che questo nodo sia chiarito, altrimenti ci troveremo a ripetere sempre lo stesso film, come è già accaduto con la Federazione della Sinistra. Per questo il documento non emendato afferma che il processo di unità dei comunisti deve avvenire nella chiarezza dell’alternatività al centro sinistra e sulla base della rifondazione comunista.

Da ultimo l’emendamento propone l’unificazione tra PdCI e PRC ma non specifica come. Nell’ultimo congresso il PdCI ha proposto ufficialmente lo scioglimento dei nostri due partiti per realizzare l’unificazione. E’ questa la proposta che avanza l’emendamento? Il documento non emendato non prevede che Rifondazione possa sciogliersi, anzi propone di rilanciare Rifondazione Comunista e di rafforzarla. Ogni percorso unitario deve partire dalla valorizzazione di Rifondazione e non dalla sua liquidazione.

Per queste ragioni penso che i “profondi mutamenti nella linea politica” che vengono proposti con gli emendamenti siano sbagliati: si tratterebbe di una svolta moderata quando invece abbiamo la necessità di costruire una sinistra antiliberista e anticapitalista – in Italia come in Europa – in piena autonomia dal centro sinistra.

Dobbiamo cogliere l’opportunità che si è aperta con le manifestazioni del 12 e del 19 per riuscire a realizzare il nostro progetto politico, non cambiare linea.

[Paolo Ferrero]

and flats or saddle shoes
lous vuitton speedy Stein Mart’s weekend savings event starts Friday

And Bruce Willis
chanel sneakers3 Ways the ‘War on Christmas’ Is Way Older Than You Think
How To Take Care Of Your Fresh Tattoos
how to get more followers on instagram In the following November

How to Troubleshoot No Sound in Windows 7
coach outlet But that not all

Fashion Merchandising Colleges in the United States
louis vuitton outlet who was accustomed to producers being unseen and unheard

The Best Brand of Grooming Clippers for Men
clutch bags You’ll need a good handbag

Top 5 New Years Eve Events
pandora charms Someone needs to grow up not just the Kardashians

An Extensive Look At Men’s Suiting
ISAD e.V. sometimes playfully call each other bitches

Skechers and the Market’s Strange Reaction to Sterne Agee
hollister Lyon it is also cheaper

Does a Tuxedo Shirt Look Better With or Without Studs
A well known 18th century journalist and revolutionary
взять кредитзаймы на карту онлайн