Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | December 16, 2017

Scroll to top

Top

(11.10.12) Comprensorio sciistico delle Alpi Orobie: un impatto ambientale insostenibile

Comunicato di Paolo d’Amico, consigliere provinciale Sinistra per Bergamo (Prc, Pdci, Sd)

La Giunta regionale ha dato avvio alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (Vas) per la realizzazione del comprensorio sciistico delle alpi Orobie.

Ancora una volta un progetto che, invece di puntare alla salvaguardia e alla valorizzazione ambientale delle montagne bergamasche, mira di fatto a favorire ulteriori interventi speculativi che sono la causa prevalente dei fenomeni di dissesto idrogeologico.

L‘idea di collegare le piste dell’alta Valle Seriana e della Valle di Scalve ha origine negli anni 80. Il progetto prevede il collegamento tra gli impianti di Lizzola e quelli di Colere, l’incremento delle piste da sci, il potenziamento degli impianti di risalita, compreso il rifacimento di alcune seggiovie, nuovi impianti di innevamento, parcheggi e il potenziamento delle infrastrutture di servizio.

L‘investimento pubblico e privato è di 42 milioni di euro con un finanziamento regionale di 6,6 milioni di euro.

L’iniziativa di realizzazione del comprensorio sciistico entra in rotta di collisione con il fatto che Gromo-Spiazzi, Valbondione-Lizzola e Colere-Vilminore sono sottoposti a direttive europee recepite dalle leggi italiane, in quanto rientrano in un territorio di pregio ambientale che la Comunità Europea ha incluso nel sistema di tutela delle aree montane denominato Rete Natura 2000.

Tale rete è stata istituita per porre freno alla distruzione dell’ambiente alpino e, di conseguenza, ha sottoposto questo Sito di Importanza Comunitaria (Sic) a direttive che prescrivono come obiettivo irrinunciabile la salvaguardia degli habitat naturali e dell’avifauna. Nessun piano può così prevedere impatti negativi sul territorio.

Alla luce di quanto premesso, appaiono in evidenza significative contraddizioni tra l’esigenza di salvaguardia ambientale espressa dalle direttive Ue e il gigantismo del progetto del comprensorio sciistico.

I maggiori elementi che portano a valutare negativamente tale determinazione delle amministrazioni regionale e provinciale sono legati ad alcune evidenze ambientali ed economiche emerse più o meno recentemente:

>>la progressiva riduzione degli utenti degli impianti di risalita determinatasi nell’ultimo lustro;

>>la recente fase di crisi dell’industria sciistica manifestatasi in diverse località turistiche bergamasche e bresciane (Colere e Montecampione);

>>l’esigenza di programmare uno sviluppo armonico del turismo nel corso dell’intero anno (e non esclusivamente nei mesi invernali);

>>la definizione concreta di una politica di contenimento delle pratiche di speculazione edilizia orientata ad ostacolare la realizzazione di inutili seconde e terze case;

>> le esigenze del moderno sci di discesa che richiedono piste sempre più larghe e veloci (necessità che implica sbancamenti, uso di esplosivi e disboscamenti approssimativi che insidierebbe la salvaguardia delle caratteristiche geo-morfologiche delle Alpi Orobie);

>>l’innevamento artificiale, che utilizza imponenti riserve idriche, rischierebbe di creare importanti difficoltà di approvvigionamento d’acqua potabile in montagna nel periodo invernale.

Le Alpi Orobie sono una delle aree di maggior valenza ambientale, paesaggistica e di biodiversità dell’intera catena alpina. E’ questo che rappresenta la vera ricchezza di questi territori. Su tale premessa deve fondarsi qualsiasi progetto di sviluppo economico e di valorizzazione dell’area alpina.

Paolo D’Amico, consigliere provinciale Sinistra per Bergamo (Prc,Pdci,Sd)

(Sull’argomento è stata presentata un’interpellanza in consiglio provinciale).

most suitable north west not to mention newport mesa motel
Isabel Marant Boots Naperville Florist L Naperville Flower Shop

suggestions fix hunter wellingtons being falling over decrease
valentino sandalsBest sneakers to wear without socks during summer
взять кредитзаймы на карту онлайн