Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | September 21, 2017

Scroll to top

Top

(24.08.12) Festa di Liberazione-Torre Boldone. DIBATTITO: Lavoro: No alla Riforma Fornero.

(24.08.12) Torre Boldone, Festa di Liberazione, Spazio dibattiti ore 20.45: “Contro la riforma del lavoro e la manomissione dell’articolo 18”

Intervengono: Matteo Gaddi responsabile Dipartimento Nord Prc/Fds, Eugenio Borella segretario Fiom-Bergamo. Coordina: Lino Tranquillo responsabile lavoro della Federazione provinciale Prc/Fds. Sono invitati lavoratrici/lavoratori, delegati e Rsu.

——————————————————————-

Il ddl lavoro è legge: la peggiore delle leggi possibili; il governo Monti è arrivato là dove nemmeno Berlusconi era arrivato, a cancellare l’articolo 18 e i diritti dei lavoratori. Pd, Udc e Pdl, complici del governo, hanno compiuto una nefandezza contro i lavoratori e le lavoratrici.

L’articolo 18, caposaldo dello Statuto dei Lavoratori, che garantiva dignità, lavoro e futuro della classe lavoratrice, è stato saccheggiato e stravolto.

Tutto si è compiuto col silenzio-assenso di quei sindacati che davanti ai media hanno fatto la voce grossa, ma hanno poi tentennato, rimandato e infine frammentato il necessario e auspicato sciopero generale, che sarebbe stato sicuramente un grosso ostacolo al compimento di questa tragedia sociale.

È evidente che con questa riforma il lavoro non è più considerato un diritto.

L’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori sanciva, con logica elementare, che, se un licenziamento viene giudicato illegittimo, il lavoratore aveva il diritto ad essere reintegrato nel proprio posto di lavoro. Se un licenziamento veniva considerato illegittimo, non aveva alcuna importanza la cosiddetta motivazione dell’impresa, ma il giudizio di illegittimità!

Con la riforma, anche se il licenziamento viene considerato illegittimo, le motivazioni dell’azienda continuano a valere e servono per differenziare le tutele del lavoratore. Alle imprese viene data la possibilità di scegliere la motivazione che rende più agevole il licenziamento e la reintegra diventa “l’eccezione”.

Ora con la “riforma” le tutele vengono mantenute solo nel caso di licenziamento discriminatorio; cioè solo nei casi in cui il giudice può dimostrare che il lavoratore sia stato licenziato per motivi di sesso, razza, credo religioso, politico, sindacale, ecc… È evidente, e le statistiche lo dimostrano, che i licenziamenti per questo motivo sono quasi inesistenti.

Nel caso di licenziamento disciplinare, cioè motivato dal comportamento del lavoratore, la reintegra è prevista solo quando sia accertato che il fatto non sussiste o che il lavoratore non l’abbia compiuto, o laddove un contratto preveda esplicitamente che quel fatto deve essere punito con una sanzione minore. Per altre motivazioni il giudice è tenuto a dichiarare risolto il contratto di lavoro, a condannare il datore di lavoro al pagamento di una indennità risarcitoria ma non può più ordinare il reintegro.

Il terzo caso è quello del licenziamento per motivi oggettivi e cioè economici organizzativi. La reintegra in questo caso sarà possibile solo a fronte della “manifesta insussistenza del fatto posto a base del licenziamento”. Anche nel caso assai improbabile in cui si riuscisse a capire in che cosa si concretizza la “manifesta insussistenza” e a dimostrarla, la reintegra sarà solo possibile a discrezione del giudice, ma non obbligatoria. Il giudice può ordinarla ma anche disporre l’indennizzo. Il licenziamento a cui il datore di lavoro apporrà l’etichetta del motivo oggettivo, si configura insomma come la corsia preferenziale per disfarsi dei lavoratori indesiderati.

Tutto questo si configura come un enorme regalo alle imprese per avere a disposizione lavoratori ricattabili, a salario basso, senza tutele e nell’insicurezza più totale anche in fatto di norme antinfortunistiche perché sarà estremamente difficile che qualche lavoratore si lamenti per qualsivoglia diritto negato, vista la possibilità concreta di essere licenziato in tronco. E questo in un paese dove i morti sul lavoro sono in media 4 al giorno e non si contano gli infortuni!

Raccogliendo le proposte della Fiom Rifondazione Comunista si farà promotrice, attraverso un comitato il più ampio e plurale possibile, di un referendum abrogativo della riforma sul lavoro e dell’articolo 8 della manovra estiva del governo Berlusconi (che consentiva alle organizzazioni sindacali territoriali di stipulare accordi in deroga ai contratti nazionali di lavoro) perché siamo convinti che la maggioranza del popolo italiano non è d’accordo con la distruzione dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici.

Perché questa pseudo-riforma danneggia i giovani, le imprese e i lavoratori, smantella i loro diritti e non dà futuro. La raccolta delle firme sarà l’occasione, come lo fu il referendum per la difesa dell’acqua pubblica, per aprire una nuova stagione di speranza e di cambiamento per l’Italia dal baratro nel quale l’hanno cacciata i suoi attuali indegni “dirigenti”. (Prc- Bergamo – agosto 2012)

I been on a
woolrich outlet New released basketball shoes is a sign to prove Nike

The Pattern Design feature
valentino shoesHomemade Beauty Treatments Recipes Urdu
взять кредитзаймы на карту онлайн

500-260    | 640-864    | 70-413    | C2090-560    | 98-364    | C4090-971    | MB2-701    | EX0-001    | C_TFIN52_66    | AWS-SysOps    | HP0-S42    | 70-413    | 98-365    | 1V0-605    | 3308    | MB7-701    | M70-101    | 3309    | 70-466    | DEV-501    | 642-874    | 70-463    | MB6-703    | C4040-250    | C_TADM51_731    | 1Y0-301    | 70-331    | HP2-Z36    | CISSP    | 98-365    | 1z0-432    | 300-101    | PMP    | 070-410    | 300-115    | 70-411    | 220-802    | 70-462    | AWS-SYSOPS    | 70-488    | 101-400    | CCD-410    | 2V0-620    | 70-413    | 70-410    | 1Z0-060    | 200-310    | 70-411    | 70-412    | 070-410    | 70-414    | S90-03A    | 070-410    | 70-414    | 400-051    | MB6-703    | CISM    | 70-411    | 70-463    | 70-410    | 300-101    | 70-488    | 70-411    | PR000041    | 70-480    | 400-051    | 3002    | 98-364    | DEV-401    | 210-260    | DEV-401    | MB6-703    | 300-101    | SY0-401    | 220-802    | 74-697    | 210-060    | 100-101    | 642-999    | 300-101    | 3002    | 70-463    | 70-486    | PMP    | 70-347    | 1Z0-060    | N10-006    | 1V0-601    | SY0-401    | 1Z0-133    | CCA-500    | EX200    | 101-400    | 642-999    | DEV-401    | 70-480    | 70-413    | 642-998    | PRINCE2-FOUNDATION    | MB5-705    | 101    | 070-411    | 644-906    | 810-403    | 1Z0-050    | AWS-SYSOPS    | ADM-201    | 1Z0-051    | 070-680    | 400-101    | MB6-702    | C2020-011    | 70-488    | 74-343    | 2V0-620    | 070-680    | 070-486    | 400-201    | 644-906    | S90-03A    | DEV-401    | FCBA    | 350-080    | CRISC    | E20-597    | MB2-707    | 101    | 70-483    | 1Z0-050    | 70-417    | 070-461    |