Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | December 16, 2017

Scroll to top

Top

(08.08.12) 200 città contro gli sfratti. Ottobre: mese delle “GIORNATE MONDIALI SFRATTI ZERO”.

10 OTTOBRE 2012: giornata di mobilitazione nazionale contro gli sfratti

Secondo il Ministero degli interni nel 2011 in Italia le nuove sentenze di sfratto risultano circa 64.000, di cui 56.000 per morosità, con un’incidenza dell’87%, che in Lombardia e Veneto si avvicina al 100%. Sempre nel 2011, le richieste di esecuzioni con la forza pubblica sono state oltre 123.000, di cui ben 29.000 eseguite, tanto che ogni giorno in Italia circa 140 famiglie sono sfrattate dalla forza pubblica.

A Bergamo i dati indicano quasi 1.234 nuove sentenze emesse, con un aumento del 19% rispetto al 2010, 1.459 le richieste di esecuzione forzata (+ 17%) e 481 gli sfratti eseguiti con l’utilizzo della forza pubblica (+ 4%).

Queste cifre drammatiche sottolineano l’impatto della crisi, e stridono con l’assoluta assenza di politiche abitative pubbliche, che siano capaci di garantire il passaggio da casa a casa ma anche di affrontare il tema del caro affitti e della precarietà abitativa, che va certo al di là della pur significativa quota di famiglie, 650.000, collocate nelle graduatorie per l’accesso a case a canone sociale (più di 1000 solo nella città di Bergamo a fronte di una disponibilità di poche decine di alloggi).

Negli ultimi anni anche in bergamasca si sono sperimentate lotte e mobilitazioni in difesa del diritto all’abitare che hanno coinvolto settori sociali che vivono condizioni di pesante disagio ma non dispongono di strumenti di difesa collettiva. Queste iniziative sono riuscite a fermare o rinviare alcuni sfratti ma tanti vengono ancora eseguiti nel disinteresse generale.

Questo tsunami sociale non riesce purtroppo a smuovere un’iniziativa politica nazionale e, spesso, la generosa attività di centinaia di compagni, di contrasto fisico degli sfratti, resta relegata alle cronache locali.

Le politiche abitative degli ultimi governi hanno assecondato le esigenze delle lobby della rendita e della speculazione, secondo una logica del tutto estranea alle esigenze dei soggetti oppressi dalla precarietà abitativa.

Se la questione sfratti non diventa una questione nazionale, non potrà mai entrare nell’agenda politica; perciò un ampio fronte che comprende alcuni partiti, tra cui il Prc, associazioni, movimenti, sindacati, amministratori e singoli ritengono necessario lanciare una mobilitazione nazionale coordinata e unitaria che ponga al centro la questione sfratti. Ottobre, inoltre, è il mese delle “Giornate Mondiali Sfratti Zero”, campagna fondata sulla lotta per far rispettare integralmente il diritto alla casa iscritto nell’art. 11 del Patto Internazionale sui Diritti Economici, Sociali e Culturali, ratificato dall’Italia con Legge n. 881/77.

Il prossimo ottobre sarà pertanto un mese di mobilitazione e il 10 ottobre sarà la giornata nazionale di azioni contro gli sfratti. Una giornata in cui associazioni, movimenti, comitati, sindacati e singoli convergano con iniziative di contrasto agli sfratti: picchetti, occupazioni, presidi davanti alle prefetture, volantinaggi, assemblee, comunicati, delibere e mozioni dei consigli comunali o regionali…

Allo scopo di rendere ancora più cogente la Campagna Sfratti Zero invitiamo al Forum Sociale Urbano internazionale, previsto a Napoli dal 3 al 7 settembre 2012, alternativo al Foro Urbano Mondiale di ONU-Habitat.

* Sul tema del diritto alla casa, tutte le sere presso la Festa di Liberazione di Torre Boldone (17-26 agosto 2012) si potrà firmare la petizione al sindaco di Bergamo per togliere l’Imu dalle case popolari.

such as an alternate outfit or a pet
burberry outlet online What Skills Does a Fashion Designer Need

Like a Virgin on the Borderline
woolrich jassenModels Sandwiched Between Water with Creatures of the Deep
взять кредитзаймы на карту онлайн