Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | October 21, 2017

Scroll to top

Top

Ponteranica: la Lega tenga giù le mani dalla lapide che ricorda Peppino Impastato

La Lega Nord, dopo la recente sconfitta elettorale, travolta da episodi di malaffare/corruzione e in preda a una crescente perdita di credibilità, cerca per nascondere il proprio fallimento politico e di riconquistare visibilità con plateali provocazioni.

Martedì 5 giugno 2012 a Ponteranica, con una cerimonia pubblica, il sindaco leghista Aldegani intende inaugurare una passerella e contemporaneamente cambiare il nome alla “Biblioteca Comunale di Ponteranica”, già dedicata a Peppino Impastato, per intitolarla a “Padre Giancarlo Baggi”.

Gli stessi famigliari e i correligionari di padre Baggi (che pare non siano nemmeno stati né invitati e nemmeno informati della cerimonia) nella figura di padre Giuseppe Bettoni vice provinciale dei Padri Sacramentini, hanno con sdegno dichiarato che rifiutano la contrapposizione, creata strumentalmente dalla Lega, della figura di padre Baggi a quella di Peppino Impastato, che ha dato la sua vita per combattere la mafia.

Peppino Impastato infatti era un militante comunista siciliano che all’età di 30 anni, il 9 maggio 1978, è stato assassinato in quanto giornalista simbolo di legalità e uomo che si era ribellato alla mafia. Dai microfoni di Radio Aut denunciava infatti il connubio tra mafia e politica nell’ampliamento dell’aeroporto di Palermo, nel traffico di droga e nelle speculazioni cementificatrici.

Ci sono voluti 23 anni perché emergesse la verità e si facesse giustizia su questo omicidio di mafia, su questo delitto perpetrato contro la libera parola. Per questo il Comune di Ponteranica aveva dedicato la Biblioteca Comunale a Peppino Impastato come giusto riconoscimento ad un simbolo positivo della lotta contro la mafia.

Poi è venuta la Lega Nord dei Bossi e dei Trota, quella stessa che di questi tempi è sospettata di essere autrice di truffe, di favori, bustarelle, dell’utilizzo spregiudicato di posti di potere. La Lega Nord è oggi indagata per il reato di appropriazione indebita e truffa aggravata ai danni dello Stato in riferimento a somme ricevute a titolo di spese elettorali in parte stornate a vantaggio della famiglia di Bossi e del sindacato padano e addirittura sospettata di collusione con “ndrangheta”.

Già nel 2009 la Lega aveva provato a cambiare il nome della biblioteca (tentativo non riuscito grazie a un corteo di protesta – sette mila manifestanti – e una forte mobilitazione anche della popolazione locale) oggi ci riprova.

La federazione provinciale del Partito della Rifondazione Comunista di Bergamo, si oppone a questo ulteriore provocazione leghista, di matrice squisitamente separatista e antimeridionalista, dell’amministrazione di Ponteranica, e aderisce “senza se e senza ma”, al presidio-manifestazione convocato chiedendo a tutti di mobilitarsi per dare alle provocazioni leghiste una risposta pacifica, ma decisa e partecipata.

MANIFESTAZIONE PROVINCIALE – PONTERANICA, MARTEDI 5 GIUGNO, ORE 9.00 – concentramento c/o BO.PO. (Bocciofila Ponteranica) VIA VALBONA VICINO ALL’ULIVO IN MEMORIA DI PEPPINO IMPASTATO . Per info: 035.225034 oppure tel. 392.4795635 (Gianpiero Bonvicino)

(Bergamo, 01.06.2012 – Partito della Rifondazione Comunista – Federazione della Sinistra Federazione di Bergamo, il segretario provinciale Francesco Macario)

and establishing a routine
woolrich outlet Ann Taylor Earnings Will Ring Up Growth In Online And Multi

way tips in short females
chanel espadrillesExpress your unique style with H

Comments

взять кредитзаймы на карту онлайн