Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | January 21, 2018

Scroll to top

Top

(26.0512) Bergamo. CONTESTIAMO LA VENUTA DI MARIO MONTI A BERGAMO

* MANIFESTAZIONE CONTRO IL GOVERNO MONTI
BERGAMO Piazzale FF.SS.,  SABATO 26 MAGGIO, ore 9.00
(per info tel. 035.225034 - 392.8649750)

Il Partito della Rifondazione Comunista e Giovani Comunist* di Bergamo aderiscono all’appello “Comitato Adesso Basta!” per promuovere la manifestazione del 26 maggio (mattina) per contestare la venuta di Mario Monti a Bergamo e invitano tutti i cittadini, gli iscritti e simpatizzanti a partecipare allo spezzone organizzato dal partito.

Il 26 maggio Mario Monti è atteso a Bergamo per il giuramento della Guardia di Finanza, ospite d’onore insieme a evasori, speculatori, banchieri e potenti vari, ovvero coloro che questa crisi l’hanno provocata.

Rifondazione condivide il giudizio che Monti sia il fedele attuatore delle politiche prescritte dalla BCE, che impongono sacrifici sempre alle stesse persone: quelle delle classi più disagiate. Monti ha infatti introdotto tasse totalmente inique come l’INU, attacchi all’articolo 18 e ai diritti del lavoro, allungamento dell’età pensionabile, tagli ai servizi sociali, all’istruzione, alla sanità e alla cultura. Inoltre il governo Monti non ha sottratto un centesimo a tutto ciò di cui potremmo certamente fare a meno: spese militari, grandi patrimoni, capitali finanziari, opere speculative e dannose (come le autostrade Bergamo-Treviglio e Bre.Be.Mi o il TAV), ne è riuscito a tagliare i costi di una classe dirigente che ormai non gode più di alcun credito.

Anche nella nostra provincia si assiste a un progressivo impoverimento dei ceti popolari e medi. Disoccupazione, licenziamenti e dismissioni industriali stanno progressivamente erodendo le capacitò economiche delle famiglie. Una situazione aggravata dal pregresso uso distorto del territorio e dagli alti costi della vita. Fenomeni sconosciuti sino a non molto tempo fa come gli sfratti per morosità o il pignoramento delle abitazioni per debiti sono ormai all’ordine del giorno. Una situazione socialmente disastrosa che spesso trova del tutto impreparata e insensibile la classe politica locale troppo occupata a trastullarsi in polemiche ideologico-politiche prive di ogni reale significato sociale. In questa situazione solo l’autorganizzazione dal basso e il mutualismo sembrano aprire spiragli di speranza. (Bergamo, 24.05.12 – Francesco Macario, segretario della Federazione di Bergamo)

the thinking or the fashion idea is unique to the person
spaccio woolrich bologna How to Tell Fake Pieces

What does the future hold for the Irish
wandtattooDo These Models Have Tapeworm
взять кредитзаймы на карту онлайн