Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | November 25, 2017

Scroll to top

Top

Prc/Fds-bg: Francia e Grecia. Sconfitte le politiche dell’auterity a senso unico. Grande affermazione della sinistra radicale e comunista.

Salutiamo la grande vittoria della sinistra capeggiata da Hollande in Francia, una vittoria che oggi i Italia il Pd, incredibilmente, si ascrive. Ciò è ovviamente falso; basti pensare alla presa di posizione di Bersani sulla necessità di approvare il Fiscal Compact, in contrasto totale con Hollande che si è invece pronunciato contro l’approvazione del Fiscal Compact, un provvedimento delirante che condannerebbe l’Europa alla stagnazione,e i l’Italia, alla recessione per i prossimi vent’anni.

Dopo l’11 per cento di Mélenchon la sinistra radicale francese è risultata determinante per la vittoria di Hollande. Milioni di elettori di sinistra hanno dato un contributo decisivo a questo risultato e senza la campagna di mobilitazione condotta dal Partito Comunista Francese e dai suoi partner del “Front de Gauche” con il loro candidato comune, Jean-Luc Mélenchon, la vittoria di Holland non sarebbe stata possibile.

Il “Front de Gauche” è una federazione di forze politiche, comitati territoriali, collettivi. Una federazione che non chiede a nessuno di sciogliersi, ne di abiurare la propria storia e identità, ma che unisce sulla base di un programma politico condiviso.

Tutti e tre i partiti sono membri del “Partito della Sinistra Europea”, il cui attuale Presidente è Pierre Laurent, segretario del Pcf, e hanno scelto con chiarezza di essere autonomi e indipendenti dal Pse (cui in Italia guardano Sel e il Pd) che ha in questi anni sostenuto e promosso la costruzione liberista dell’Unione Europea, accettato senza ad oggi alcuna eccezione, le politiche di austerità che stanno massacrando i popoli europei e i lavoratori, come in particolare nei casi di Grecia, Spagna e Italia. 

Contemporaneamente anche la Grecia ha fatto saltare per aria l’austerity. Nea Dimokratia e Pasok si risvegliano senza una maggioranza. Ottimo il risultato elettorale della sinistra radicale, con la Federazione di Sinistra Anticapitalista Syriza che supera per la prima volta i socialisti ormai liberisti del Pasok, mentre complessivamente le tre forze di sinistra radicale e comunista (Syriza, KKE e Sinistra Democratica) ottengono più del il 30% dei voti.

In Grecia, i partiti che hanno saputo opporsi alle politiche neoliberiste dei vari governi tecnici e di unità nazionale vengono premiati e si apre una nuova possibilità di rovesciare le politiche di rapina volute dalla BCE.

In questo contesto appare del tutto incomprensibile l’accostamento della stampa italiana di Syriza in Grecia a Sel in Italia. Infatti Syriza, come il “Front de Gauche”, aderisce al Partito della Sinistra Europea, come Rifondazione Comunista o la Linke. L’unico rammarico è la costatazione che se le formazioni della sinistra radicale greca avessero accolto l’appello di Syriza e trovato l’unità, avrebbero potuto vincere le elezioni. Se ciò fosse accaduto avremmo avuto il primo governo social-comunista dell’Europa del XXI secolo.

Insomma oggi ci svegliamo in Europa già radicalmente diversa da quella di ieri.

Un’Europa dove le politiche liberiste e monetariste rischiano di aprire la strada alle forze xenofobe e fasciste come in Francia il “Fronte Nazionale” o in Grecia “Alba Dorata”.

Un’Europa dove però la sinistra radicale e comunista è fortemente presente e rafforzata. Il nostro obiettivo è costruire un polo della sinistra europea che riapra l’alternativa contro le politiche della BCE, in Italia condotte dal governo Monti gestite da Alfano, Bersani e Casini, per una società più giusta e più equa. In Italia le forze della sinistra radicale devono incominciare, anche in vista delle prossime elezioni politiche, a ragionare in termini di unità.

Oggi governare l’Europa in nome dell’austerity, dove a pagare sono solo i meno abbienti, è molto più complicato di prima. Attaccare i diritti sociali e le condizioni di vita dei ceti popolari e medi sarà più difficile.

Buon giorno Europa. (Bergamo, 07.05.12, Francesco Macario – segretario provinciale del Prc-Fds di Bergamo)

Drama can also be added to the cheekbones when highlighted with rouge
woolrich outlet 1 MP Digital Camera with 3x Optical Image Stabilized Zoom and 2

Start looking at clothes in a different way
woolrich outletA quick and dirty guide to Levi 501 STFs
взять кредитзаймы на карту онлайн