Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | February 21, 2018

Scroll to top

Top

“Il 31 marzo a Milano per un’altra idea di società”. Giovanni Russo Spena dalla affollata assemblea di Bergamo

Lunedi 26 marzo da una partecipatissima assemblea (circa 140 persone) presso il Mutuo Soccorso di Bergamo, Giovanni Russo Spena (Rifondazione Comunista) lancia un appello: “Sabato 31 marzo a Milano, un appuntamento fondamentale per far emergere un movimento di massa contro questo governo e le sue politiche. Una piazza in cui il Rifondazione Comunista farà la sua parte.” Di seguito una sintesi dell’intervento.

“La manifestazione del 31 marzo a Milano assume importanza emblematica perchè è la prima manifestazione politica di massa esplicitamente contro il governo Monti (preferisco dire più precisamente governo Napolitano-Monti-Marchionne). Essa si pone all’interno del movimento internazionale di contestazione alla presunta oggettività del “debito sovrano”, prospettando l’organizzazione sociale del “diritto all’insolvenza” contro le parti odiose, feroci, illegittime del debito, facendo crescere la consapevolezza di un “audit” dal basso (cioè di un’inchiesta che è insieme organizzazione del conflitto e autogestione su spese del capitale predatorio ed imperiale, come le spese militari, le spese per le grandi infrastrutture come il Tav, ecc…). Per redistribuire redditi, risorse, aumentare salari, stipendi, pensioni, lottare per il reddito sociale, difendere ed estendere l’art.18, difendere i beni comuni dalla mercificazione, il terreno unificante, il nesso unitario dei movimenti e dei conflitti è contestare, concettualmente e socialmente, la schiavitù del “debito sovrano”. Stiamo entrando in una cupa recessione, in un disperato impoverimento, in un disciplinamento della classe. Di fronte al default, di fronte ad un capitale che sempre più diventa incompatibile con la democrazia, di fronte alla regressione oligarchica dell’assolutismo liberista, assumiamo il diritto collettivo di resistenza (come fa la comunità No Tav), pratichiamo il diritto naturale all’insolvenza. Contro il governo della BCE, in Europa e in Italia, contro il commissariamento del paese, manifesteremo il 31 marzo, agendo un punto di vista alternativo, un’altra idea di società, che io mi ostino a chiamare comunista… Non a caso sfileremo dalla Università Bocconi a piazza Affari, la Wall Street italiana . Non è che l’inizio.” Autore: giovanni russo spena

Rassegna fotografica a cura di Mapi: QUI; a cura di “Photo Graphics”: QUI

Nine West Handbags
burberry schal History of Adana in turkey

how to look great while on the move
woolrich jassenWhat Color Shirt to Wear to Make Eyes Look Bluer
взять кредитзаймы на карту онлайн