Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | December 16, 2017

Scroll to top

Top

(25.02.12) Seriate. Interpellanza in merito al rischio di chiusura dell’asilo nido comunale.

A causa delle ultime due “manovre”, quella di Bossi- Berlusconi e quella di Monti, in tema di liberalizzzaioni, rischiano di dover sparire anche gli asili nido comunali, come si paventa – ad esempio – a Seriate.  Di seguito l’interpellanza presentata dal consigliere comunale compagno Morgan Cortinovis.

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI SERIATE

oggetto: interrogazione in merito al rischio di chiusura dell’Asilo Nido Comunale

Il sottoscritto Morgan Cortinovis, capogruppo di Rifondazione Comunista,

Venuto a conoscenza da informazioni giornalistiche e sindacali

  • Che l’Amministrazione Comunale di Seriate intenderebbe chiudere già dal prossimo anno l’Asilo Nido “Carla Levati”;

  • Che anche recenti dichiarazioni dell’assessore Sisana, rilasciate a L’Eco di Bergamo, farebbero intendere il rischio di una chiusura effettiva del nido;

  • Che tale Asilo è affidato in gestione alla società di capitale interamente controllata dal Comune “Sanita Srl”,

  • Che tale decisione, come riportato in un comunicato della Cgil/FP, sarebbe frutto dell’applicazione dell’art. 4 del D.L. 138/2011 (la seconda manovra del governo Bossi-Berlusconi), “confermato, anzi peggiorato, in continuità con il governo precedente, dal “Decreto liberalizzazioni” del governo Monti;

  • Che questa disposizione prevede che gli enti locali prima di affidare a terzi un servizio di rilevanza economica debbano verificare la possibilità della sua gestione concorrenziale sul mercato;

  • Che secondo diversi pareri, tra cui quello della Cgil, è tutt’altro che pacifica la qualificazione del servizio di asilo nido quale servizio di rilevanza economica, e che pertanto, se così fosse, la normativa suddetta non sarebbe applicabile al caso in specie;

  • Che il nido “Carla Levati” di Seriate ha sempre offerto un servizio elevato all’utenza;

  • Che tuttora sono presenti nel nido circa 50 bambini e 17 dipendenti il cui posto di lavoro è a rischio;

Tutto ciò premesso, chiede che:

  • Se corrisponde al vero quanto affermato dalla stampa e dal Sindacato sull’intenzione dell’Amministrazione Comunale di chiudere l’Asilo Nido;

  • Se l’Amministrazione Comunale di Seriate non ritenga necessario fare tutto il possibile per far sì che l’Asilo Nido pubblico di Seriate continui a rimanere in vita, fornendo un servizio essenziale alla popolazione in particolar modo alle mamme lavoratrici;

  • Quale è il futuro occupazionale del 17 dipendenti dell’Asilo Nido.

Seriate 24 febbraio 2012 – Cons. Morgan Cortinovis – gruppo consiliare Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

ease of packing and
Isabel marant schuhe Gift of Fashion for the Plus

The extra decorations were left off clothing
woolrich jackenAmbrose OlsonTragic Death Saddens Many
взять кредитзаймы на карту онлайн