Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | December 16, 2017

Scroll to top

Top

(13.01.12) Palosco. Sfratti e alloggi comunali vuoti. Intervento di F. Macario, segretario Prc

Il sindaco di Palosco Pinetti e la parabola dei talenti

Nella bergamasca orientale diverse famiglie attanagliate dalla crisi e ormai prive di reddito non sono più state in grado di pagare regolarmente gli affitti, determinando l’esplosione della crisi abitativa.

Tra le persone in difficoltà alcune erano alloggiate in case di proprietà comunale, tra cui la signora Rita Obizzo che è stata sottoposta dal comune di Palosco a sfratto esecutivo. Non avendo soluzioni alternative la signora Obizzo, con l’appoggio del comitato di lotta per la casa, dell’Unione Inquilini e di Rifondazione Comunista, ha resistito a diversi tentativi di sfratto abbandonando solo dopo una lunga lotta l’appartamento.

La signora Obizio dopo aver recuperato una condizione lavorativa stabile che gli ha consentito di sanare la morositò pregressa è stata comunque sfrattata dall’amministrazione di Palosco.

Ora abbiamo letto sulla stampa locale il commento sulla vicenda del sindaco di Palosco Massimo Pinetti.

Il sindaco sostiene che gli alloggi comunali non essendo ristrutturati non sono assegnabili, ma anche che i lavori inizieranno solo quando il comune troverà fondi per farlo.

Ammette inoltre che esistono altri alloggi vuoti comunali che assegnerà tramite bando, ma che si è ben guardato di offrire come soluzione abitativa alla signora Rita.

Ora sul primo punto consiglieremmo il sindaco di comprare una copia del Vangelo e di rileggersi la parabola dei talenti. Infatti come il servo che seppellì i talenti anche lui tiene sfitti e non ristrutturati diversi appartamenti pubblici che potrebbero essere di grande sollievo per le famiglie in difficoltà abitativa. In fin dei conti quegli alloggi sono stati realizzati per quella finalità e invece grazie alla insipienza della sua amministrazione giacciono vuoti e improduttivi. Non solo però l’azione amministrativa del sindaco è censurabile, ma è ulteriormente aggravata da un evidente atteggiamento persecutorio e punitivo nei confronti delle famiglie in difficoltà economiche, che lo ha portato a richiedere lo sfratto esecutivo nei confronti di Rita anche dopo che aveva sanato la sua morosità. Bisogna tra l’altro ricordare che l’avvenuto sfratto per morosità impedirà a Rita per lungo tempo di accedere alle nuove graduatorie per ottenere una casa popolare creandole, seri problemi per molto tempo.

Sul fatto che abbia ora ammesso che esistono degli alloggi comunali vuoti, ci pare assai grave che tali alloggi non siano stati considerati per dare una soluzione alternativa, con un’assegnazione in deroga, alla signora Rita. Ciò dimostra solo una volta di più la palese insensibilità ai temi sociali del sindaco Pinetti e della sua giunta.

Certo che se questo è il cipiglio con cui l’amministrazione di Palosco intende affrontare la grave situazione economica e sociale che sta investendo il nostro paese non c’è assolutamente da stare tranquilli.

(Bergamo, 12.01.12 – Francesco Macario, segretario provinciale Prc/Fds)

Solid dark colors are often more flattering than bold patterns
louis vuitton handbags Top 10 Toys at Comic

spirit actuality cheap top street fashion reveal
woolrich jassenThe Comparison Between Louis Vuitton Speedy Bag With Neverfull Bag
взять кредитзаймы на карту онлайн