Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | October 19, 2017

Scroll to top

Top

(07.10.2011) BERGAMO. PIU’ DI DUEMILA STUDENTI ARRABBIATI: “BASTA PAGARE LA CRISI, RIPRENDIAMOCI IL FUTURO”.

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato a cura di: “Movimento Studentesco”.

7 OTTOBRE. LE STRADE DI BERGAMO INVASE DA PIU’ DI DUEMILA STUDENTI. ORA TUTTI A ROMA IL 15 OTTOBRE.

Il Movimento Studentesco oggi è sceso in piazza con più di 2000 persone per protestare contro la nuova finanziaria del governo. Abbiamo deciso di incentrare il corteo non solo sulla questione scuola, ma abbiamo adottato un punto di vista più globale, discutendo dei trasporti, del diritto ad un’assistenza sanitaria gratuita, del diritto allo studio, della conservazione del territorio (e quindi delle grandi infrastutture, quali  TAV e BREBEMI), della libertà d’informazione.

Durante il nostro percorso ci siamo fermati difronte agli uffici dell’ATB e abbiamo simbolicamente chiuso l’edificio con del nastro usato nei cantieri per segnalare “lavori in corso”: con la nuova finanziaria il governo ha tagliato i fondi ai trasporti e l’azienda ha risposto diminuendo le corse ed incrementando i biglietti del 25%. Questo non è un servizio efficiente, noi studenti ci vediamo costretti a pagare cifre spropositate per salire su mezzi carichi come carri bestiame perennemente in ritardo.
Siamo passati in via Quarenghi, simbolo della discriminazione e della ghettizzazione ai danni dei lavoratori migranti. Abbiamo voluto comunicare loro che la nostra lotta è anche la loro, anche loro, come e più di noi “cittadini ufficiali”, vivono in condizioni assolutamente precarie e senza un futuro certo.

Abbiamo sciolto il corteo davanti alla sede dell’Eco di Bergamo e all’ITIS Vittorio Emanuele e parlato della libertà d’informazione che verrà presto negata dalla Legge “Bavaglio”. Questa intaccherà la libertà di circolazione delle informazioni i blog, forum, social network ed enciclopedie on-line (ricordiamo le proteste di questi giorni di Wikipedia). In un mondo sempre più globalizzato, in un paese che ogni giorno di più subisce le influenze degli altri stati e dell’Unione Europea, noi popolo italiano veniamo tagliati fuori dal sistema dell’informazione togliendoci la possibilità di diventare cittadini consapevoli e liberi di produrre un nostro pensiero critico.

E’ stata ricordata, durante il corteo, la partecipazione degli studenti alla manifestazione nazionale del 15 ottobre a Roma; giornata lanciata dal movimento globale dell’indignazione creatosi negli Stati europei ed extraeuropei. Questa scadenza di lotta è  importante anche per contestare la manovra economica del governo che difende i ricchi e i privilegi delle caste, mentre attacca pesantemente i diritti del cittadino e le condizioni di vita dei pensionati, delle lavoratrici e dei lavoratori – pubblici e privati – dei precari e degli studenti.

Il punto fondamentale è quindi che la manovra del governo produrrà effetti opposti a quelli sbandierati: è un manovra che aggrava la crisi economica e pone le condizioni per un ulteriore attacco speculativo contro l’Italia. La ricetta che stanno applicando all’Italia – come al Portogallo, alla Spagna, all’Irlanda – è uguale a quella applicata alla Grecia: demolire i diritti dei lavoratori, privatizzare tutto e produrre quindi la recessione. Parallelamente permettere alle banche e alle finanziarie di speculare sul debito pubblico impossessandosi delle risorse sottratte ai lavoratori.

Per questo noi studenti, ereditari di tutte le schifezze che questi politici e di un’ Unione Europea che ha fallito dobbiamo riprenderci ciò che è nostro, andando a Roma a gridare con il resto dell’Italia e con il resto del mondo che i veri padroni del mondo sono i popoli e che non siamo disposti ad acccettare passivamente il futuro che ci propinano. La Grecia è sull’orlo del collasso e se non fermiamo questo governo e il massacro che ci impongono, saremo i prossimi.

A cura di: Movimento Studentesco – Bergamo. Per info: www.movstudbg.it 

consider the textures of your layers
isabel marant sneakers Edge Fashions That Are Clearly Practical Jokes

There are different routes to take from here
chanel espadrilles price10 Fun Theme Ideas For An Unforgettable Wedding Reception
взять кредитзаймы на карту онлайн