Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | December 18, 2017

Scroll to top

Top

(26.09.2011) PALOSCO, IL SINDACO LEGHISTA SFRATTA GLI INQUILINI DELLE CASE POPOLARI. FERMIAMO LA SFRATTO DI RITA.

(26.09.2011) PALOSCO FERMIAMO LO SFRATTO DI RITA!

Mobilitazione antisfratto lunedì 26 settembre, ore 9.00-12.00, a Palosco (bg), Case popolari di via A. Moro 43

Rita è immigrata dalla Calabria con il marito nel 1986 stabilendosi nel piccolo comune di Palosco (quasi 6 mila abitanti in provincia di Bg). Dopo un periodo di grandi difficoltà economiche la famiglia ha avuto la fortuna di vedersi assegnare una casa popolare di proprietà comunale.

Purtroppo nel 2001 inizia un periodo sfortunato per Rita, il marito muore per una malattia incurabile e nel 2005, all’età di senssant’anni, rimane  senza lavoro. La disoccupazione si protrae fino al 2009, un periodo pesante durante il quale Rita non riesce più a pagare regolarmente l’affitto dell’alloggio e accumula un debito di circa 1.729,00 euro nei confronti del Comune di Palosco. Poi, nel 2010, la donna trova lavoro, anche se in condizione di grande precarietà e con un salario che varia dalle 600,00 alle 800,00 euro al mese.
Nel 2010, nonostante l’inquilina ricominci a pagare il debito, viene portata in tribunale dal sindaco di Palosco a causa di una citazione di sfratto per morosità. Il giudice convalida lo sfratto ma i legali del Comune, non contenti, pignorano lo stipendio della donna requisendole una parte del magro stipendio.

La situazione pero’ degenera negli ultimi mesi di quest’anno. Infatti il sindaco, nonostante Rita abbia quasi totalmente estinto il debito, decide ugualmente di dare corso allo sgombero dell’alloggio, rischiando di gettare la donna in strada senza offrire alcuna alternativa.Le motivazioni dell’accanimento dell’amministrazione vengono spiegate dal primo cittadino durante un incontro richiesto dal sindacato Unione Inquilini. L’amministrazione leghista di Palosco avrebbe deciso di vendere una parte degli alloggi a canone sociale; il ricavato servirà a risanare le casse erariali del Comune duramente provate dai tagli ai trasferimenti economici decisi dall’attuale governo. La casa di Rita rientra nel piano vendite.

Giudichiamo gravissima l’azione dell’Amministrazione comunale di Paolosco (Lega Nord). Inanzitutto il sindaco dimostra una vergognosa insensibilità che rischia di far degenerare le già precarie condizioni di vita della propria concittadina. Ma l’aspetto peggiore si evidenzia nella incapacità e nella miopia politica della Giunta nell’affrontare gli effetti della crisi economica.

Infatti anche a Palosco, come nel resto della bergamasca, assistiamo ad un aumento degli sfratti per morosità incolpevole e all’aggravarsi dell’emergenza abitativa. Cresce la richiesta di alloggi popolari ma l’offerta è decisamente incapace di rispondere al bisogno. Pesano sulle famiglie in difficoltà i nefasti risultati di una ignavia istituzionale e della scelta scellerata di vendere gli alloggi di proprietà comunale, ancora abitati, che rappresentano un prezioso strumento per intervenire a calmierare la difficile situazione abitativa di molti.

Per difendere il diritto alla casa di Rita, di tutti cittadini di Palosco e degli altri tutti i comuni bergamaschi, ci mobiliteremo. Lunedi 26 settembre alle ore 9 l’Ufficiale giudiziario del Tribunale si recherà presso l’alloggio di Rita per eseguire lo sfratto.

Chiediamo a tutti i cittadini democratici e solidali di mobilitarsi il giorno dell’esecuzione dello sfratto per tentare di impedire che un’altra persona sia gettata in strada senza alternative.

Rete Contro la Crisi. Per info: 339.7728683;  www.alternainsieme.net/?tag=unione-inquilini

He couldn’t pay his electricity bill
lous vuitton speedy What is the inspiration behind the Seiko Sportura Watches

provides on stage bargain whole lot more decent inexpensive bracelets and perfumes
chanel espadrillesA Little Boy Who Can Kick Your Ass and A Full
взять кредитзаймы на карту онлайн