Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | October 21, 2017

Scroll to top

Top

Prc Veneto. Prove di fascismo padano: il questore di Venezia deve dimettersi

Comunicato Prc Veneto sulla manifestazione di ieri a Venezia (18.09.11)

Migliaia di uomini e donne ieri sono scesi in piazza a Venezia per riaffermare la tradizionale cultura democratica, solidale, antifascista della città, in vista del raduno razzista e xenofobo della Lega. E’ stata una grande manifestazione, unitaria, determinata, con una presenza di compagne e compagni della Federazione della Sinistra molto significativa e combattiva. Una manifestazione assolutamente pacifica e gioiosa che è stata trasformata in una inaccettabile prova di forza, con la polizia che ha deciso di eseguire con ligio servilismo gli ordini del capo leghista Maroni. Dalla prima fila abbiamo più volte chiesto ai funzionari della questura ci fosse fornita una sola ragione per la quale il corteo non avrebbe dovuto svolgersi, ma nessuna risposta ci è pervenuta, perché nessuna ragione fondata sussisteva. Guardiamo a queste scelte con grande preoccupazione, ancora una volta nella storia, al conflitto sociale e all’opposizione politica che si batte contro la crisi di governo, banchieri e Confindustria, si risponde con il restringimento dei diritti, agitando manganelli e proteggendo le bande del populismo razzista .Tutta la nostra solidarietà e vicinanza va ai compagni e amici che hanno subito l’ingiustificata violenza della polizia: al consigliere comunale Beppe Caccia, ferito alla testa da un oggetto lanciato dalle file dei poliziotti, che è dovuto ricorrere alle cure ospedaliere e agli altri compagni rimasti contusi, tra i quali il Segretario provinciale PRC Sebastiano Bonzio. Grave la decisione del Prefetto che si è rifiutato di ascoltare persino l’accorato appello delle istituzioni cittadine, determinando un abuso anticostituzionale pericoloso. Ancor più colpevole la scelta del Questore che ha ordinato l’uso della violenza, dei candelotti e degli urticanti, contro manifestanti pacifici, disarmati, con le mani nude alzate al cielo. Un precedente che macchia la tradizione veneziana, una tradizione fondata sul dialogo, il confronto, la garanzia per le libertà di espressione. Fin dalle prossime ore chiederemo al Sindaco, al Consiglio Comunale di Venezia, di farsi interprete della Venezia democratica, chiedendo le dimissioni del Questore e inoltrando un formale protesta nei confronti del Ministro degli interni. Il partito della Rifondazione Comunista invita alla massima mobilitazione, moltiplicando gli sforzi per costruire un grande fronte di lotta unitario contro la crisi, per la difesa dei beni comuni, contro il razzismo e la violenza.

I would definitely wear an ascot
chanel espadrilles What to wear to a ska punk concert

Fashion Design Community Colleges in Southern California
woolrich jassenGet Wholesale sunglasses at Discount Rates
взять кредитзаймы на карту онлайн