Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | October 21, 2017

Scroll to top

Top

(15.07.11) Pro memoria per Vendola

Pubblichiamo il contributo di Vittorio Armanni a proposito del dibattito apertosi dopo le dichiarazioni di Vendola che ha pubblicamente ripudiato l’appellativo: “compagno”.

“COMPAGNO” VUOL DIRE MANGIARE LO STESSO PANE

Cari Compagni, sì, Compagni, perché è un nome bello e antico che non dobbiamo lasciare in disuso; deriva dal latino “cum panis” che accomuna coloro che mangiano lo stesso pane. Coloro che lo fanno condividono anche l’esistenza con tutto quello che comporta: gioia, lavoro, lotta e anche sofferenze”. Da una lettera inedita di Mario Rigoni Stern

Oggi, come diceva Primo Levi, si ha una casa (non tutti – diciamo noi), il ventre sazio (sempre meno) e ci si siede a sonnecchiare davanti alla televisione.

All’erta compagni/e non è il tempo di disarmare il cervello! Meditiamo su quello che è stato e non lasciamoci lusingare da una “civiltà del consumo” che propone autoveicoli per tutti e ragazze sempre più svestite.

Altri sono i problemi della nostra società: la pace e il lavoro per tutti; la libertà di accedere allo studio e alla cultura; una vecchiaia serena. Non solo egoisticamente per noi, ma per tutti i cittadini come scritto nei principi fondamentali della nostra Costituzione nata dalla Resistenza.

Inoltre il termine “compagni”, ricordato dalle canzoni e poesie della tradizione popolare italiana, percorre tutta la storia del movimento operaio come elemento di identificazione di una comunità, la classe sociale proletaria.

“Compagni avanti il gran partito/noi siamo dei lavorator”. Correva l’anno 1901. Sono i primi versi della versione in lingua italiana dell’Internazionale, la canzone scritta da Eugène Pottier nel 1871 in onore della Comune di Parigi.

“Su fratelli,su compagni/ su venite in fitta schiera/ sulla libera bandiera/ splende il sol dell’avvenir/ nelle pene e nell’insulto ci stringemmo in mutuo patto”. Primo Maggio 1886, inno dei lavoratori, scritto da Filippo Turati, musica di Amintore Gallo.

“Compagno cittadino fratello partigiano/ teniamoci per mano in questi giorni tristi/ di nuovo a Reggio Emilia di nuovo la in Sicilia/ son morti dei compagni per mano dei fascisti”. E’ la canzone: “Per i morti di Reggio Emila” di Fausto Amodei che ricorda la repressione poliziesca di un corteo antifascista (1960) dove furono uccisi 5 manifestanti.

Compagne e compagni siamo figli di quella classe che lavora e soffre, senza adeguati compensi, senza eque retribuzioni, che i poteri vogliono tenere ignorante e oppressa. E tuttavia, “Su fratelli e su compagni”. La strada è terribilmente in salita ma come ricordano i versi dell’inno dei lavoratori: “Se divisi siam canaglia/ stretti e uniti siam potenti”.

Silhouettes and fashion outfits stay true to their brand
woolrich jassen Fabulous Fashion for Big Women

but they don look like clown shoes or anything
Isabel Marant SneakerWhat are the greatest ADVANTAGES with wholesalers

Comments

  1. Marco

    Pregherei il compagno Armanni, prima di scrivere un qualsivoglia articolo, di documentarsi!
    Vendola non ha mai ripudiato la parola “compagno” e a riprova della tua malafede, ti pregherei di vederti questo link: http://www.youtube.com/watch?v=8eMV8AWTWcI&feature=share
    e scoprirai il senso delle frasi di Vendola, che sono state travisate e distorte dai compagni di Repubblica, ma anche da te. Spero che dopo aver visto il filmato, tu abbia l’accortezza di fare pubblica ammenda!

    Marco Vitali
    compagno di SEL Bergamo

  2. maurizio

    Penso che come PROMEMORIA possa sempre andare bene, per chiunque.
    In aggiunta dico che il COMPAGNO N. Vendola dovrebbe essere più chiaro, affinché non sia travisato dai COMPAGNI di Repubblica, nonché da quel diffidente e malevolo di Vittorio Armanni, che è un mio caro COMPAGNO ed amico.

    • Purtroppo in questo paese sono già troppe le persone che un giorno fanno dichiarazioni e il giorno dopo smentiscono.Nessuna malafede signor VITALI solo un pro memoria da compagno.

  3. maurizio

    Anche la coordinatrice cittadina di Sel TRAVISA e vuole rimanere COMPAGNA! E’ proprio una congiura contro Vendola:
    http://www.bergamonews.it/interventi/articolo.php?id=44698

взять кредитзаймы на карту онлайн