Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | December 15, 2017

Scroll to top

Top

(07.07.2011) ASSEMBLEA GIOVANI COMUNISTI BERGAMO. DOPO I REFEREDUM TUTTI A GENOVA. PER LA COSTITUENTE DEI BENI COMUNI

ASSEMBLEA GIOVANI COMUNISTI
GIOVEDI 7 LUGLIO ORE 20.45
BERGAMO VIA B. PALAZZO 84/G

La vittoria del referendum ci consegna un realtà che riafferma la forza della democrazia rispetto alle scelte dei governanti. Però l’eccezionale risultato allude anche ad un movimento che esprime nuove forme di azione collettiva dentro la crisi della politica e contro la crisi economica. Nessun mass-media o analista politico aveva previsto una vittoria di questo tipo ed ancora di più nessuno si era accorto che questa vittoria avrebbe investito le forme dell’aggregazione collettiva.

Il nostro partito e ancor più i Giovani Comunisti non devono rimanere a guardare. La sperimentazione che abbiamo fatto fino ad ora del modello del “partito sociale” ci da alcuni elementi utili. Abbiamo detto che questo modello si afferma nell’incrocio tra un partito che si socializza e un sociale che si politicizza e fino ad ora abbiamo utilizzato le pratiche sociali come luogo di questo incontro. Durante questo anno abbiamo continuato a praticare esperienze mutualistiche e di autorganizzazione vertenziale, sperimentandone anche di nuove: Scuole di italiano per migranti, Gruppi di Acquisto Popolare, Brigate di Solidarietà nell’accoglienza dei profughi tunisini, Movimento Studentesco nelle lotte in difesa della scuola pubblica, autorganizzazione degli sfrattati nella lotta per il diritto all’abitare, Sportelli autogestiti per il sostegno al precariato sociale ecc…Quale è l’utilità di questo processo rispetto al rapporto con le nuove forme della politica? Il partito sociale mette al centro il principio della cooperazione paritaria tra soggetti distinti ma non distanti e non la riproposizione del solito schema tra associazioni che fanno il sociale e partiti che rappresentano il politico.

La nostra credibilità con il popolo dei beni comuni non si misura più sul terreno della loro rappresentazione, ma sulla capacità di cooperazione con i movimenti sugli obbiettivi nei territori. Una cooperazione tra pari che riconosce l’autonomia, all’interno della quale dobbiamo esercitare però il nostro punto di vista senza accodarci passivamente a quello che fanno altri.

Non è lontano il popolo dei beni comuni dagli “indignados” che in queste ore si ribellano in Europa, entrambi sfidano in maniera radicale il sistema, sfidano i governi e le istituzioni europee. Entrambi utilizzano la stessa modalità pacifiche e radicali di azione, criticano il liberismo partendo dal terreno sociale e democratico, sviluppano autorganizzazione. Sbaglia chi pensa che questi movimenti nascono semplicemente dalla rete virtuale dei social network, essi hanno sedimentato esperienze e pratiche che in questi anni hanno contribuito a fare rinascere il conflitto sociale.

Rifondazione Comunista e la Federazione della Sinistra devono immergersi senza esitazione in questo movimento. Compito nostro è quello di favorire l’organizzazione nei territori di spazi pubblici di discussione e cooperazione di pratiche contro un capitalismo che per fame di profitto, privatizza i beni comuni e socializza la crisi che lui stesso ha provocato. Favorire un processo costituente che difende lavoro e beni comuni.

Le classi dirigenti europee e italiane utilizzando la retorica della “responsabilità nazionale” chiederanno ai ceti popolari di pagare la crisi per rassicurare i mercati. Bisogna rispondere con la massima radicalità, cominciando ad organizzare l’ottobre, partecipando a tutte le forme di conflitto che attraversano il paese, dagli operai delle fabbriche in crisi alla lotta contro gli sfratti, dagli studenti che lottano per una scuola pubblica all’accoglienza degna dei migranti. Cooperare per ricomporre, stare in rapporto ai movimenti, sostenere l’indignazione contro la politica economica di austerità, utili e radicali nel quotidiano della tenaglia della crisi.

Tra poche settimane si celebrerà l’anniversario decennale di quello che molto probabilmente verrà ricordato come la più alta fase di movimento degli ultimi anni: la mobilitazione contro il G8 di Genova 2001.

Rifondazione Comunista e la Federazione della Sinistra, ed in particolare i Giovani Comunisti, hanno aderito, costruito e partecipato agli eventi di dieci anni fa, proprio nell’ottica che ci proponiamo in questo momento: “di favorire l’organizzazione nei territori di spazi pubblici di discussione e cooperazione di pratiche contro un capitalismo che per fame di profitto, privatizza i beni comuni e socializza la crisi che lui stesso ha provocato.”

I Giovani Comunisti hanno aderito e partecipato agli eventi di dieci anni fa proprio con lo spirito che dovrebbe animarci in questo momento. Infatti il “risveglio” che sta vivendo l’Italia è molto simile a quello avvenuto prima delle mobilitazioni di Genova 2001: giovani che si autorganizzano per un altro mondo possibile e che sperimentano nuove pratiche partecipative. E’ solo l’inizio, ma sta anche a noi dare la direzione agli avvenimenti.

Noi Giovani Comunisti dobbiamo partecipare a questo evento che è legato strettamente con la storia della nostra organizzazione, è parte delle nostre radici, dei nostri principi. Da quei giorni è nata una delle caratteristiche più importanti: la voglia di contaminarci con i movimenti antisistemici. Per tutti questo motivi vogliamo organizzare un pulman per partecipare alle giornate conclusive del “Genova2011” per il corteo in ricordo di Carlo.

Parliamo di tutto questo, e dell’organizzazione della partecipazione alla due giorni di festa a Seriate dei GC, con Ezio Locatelli giovedi 7 Luglio ore 20.45 alla sede di Rifondazione Comunista, via borgo Palazzo 84/G Bergamo

Prego tutti voi di allargare l’invito a tutte e a tutti che in questi anni hanno lavorato con noi e hanno condiviso l’idea di un altro mondo possibile.

Durante la serata possibile rinnovare la tessera dei Giovani Comunisti 2011. Siccome il tesseramento è diventato il pincipale strumento di auto finanziamento vi chiediamo di tesserarvi in quella occasione.

Vi aspettiamo numeros*.

Giovani*Comunisti Bergamo. Per info: 3495120487 (Giudi)

tina knowles bikini set
woolrich arctic parka Zero Restriction SOLID WATERPROOF REVERSIBLE 1

such as Poleci
louis vuitton neverful10 Ways to Sex Up Your Look
взять кредитзаймы на карту онлайн