Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Partito della Rifondazione Comunista – Bergamo | December 16, 2017

Scroll to top

Top

(28.01.11) Tutt* alla manifestazione Fiom a Milano!

Venerdì 28 gennaio, tutt* alla manifestazione Fiom a Milano.

I pullman da Bergamo messi a disposizione dalla Fiom per recarsi a Milano, alla manifestazione del 28 di Gennaio (concentramento alle ore 9.00 c/o Porta Venezia, in occasione dello sciopero generale dei metalmeccanici), partiranno dal piazzale della Malpensata a Bergamo alle ore 7,30 (dove convergeranno i pullman partiti in precedenza da diverse località e zone della provincia: cfr. QUI)

Facciamo appello al MASSIMO di partecipazione, anche con le bandiere, volantini, cartelli e striscioni di Rifondazione Comunista e della Federazione della Sinistra.

NB: Ci si può prenotare per i pullman anche presso Prc-Fds, tel. 035.225034 (da lunedì a venerdì dalle ore 15.oo alle ore 19.oo) oppure c/o tel.  333 43 24 021 (mapi), possibilmente entro martedì 25 gennaio.

[Volantino Prc-Fds sciopero 28 gennaio: QUI]

High School Fashion Tips
Isabel Marant Sneakers anywhere i can get cheap sunglasses

Strain through a coarse strainer and continue to cook until thickened
Isabel Marant SneakerHow to buy wholesale fashion jewelry

Comments

  1. Luigi Magni

    VERSO LO SCIOPERO GENERALE DEL 28 GENNAIO 2011
    120 anni fa nasceva Antonio Gramsci (22 gennaio 1891), COMUNISTA.
    La specificazione sembra superflua, ma non troppo non lo è se consideriamo gli insistiti tentativi di leggere l’opera di Gramsci attuando una selezione tra ciò che è vivo e ciò che sarebbe morto. Operando, cioè, non una doverosa storicizzazione del suo pensiero, ma una distinzione fra l’elaborazione teorica e il pensiero politico, un’ “epurazione” funzionale ad un uso in chiave liberal del dirigente sardo. Attraverso la sua griglia concettuale è oggi possibile analizzare e capire perché le generazioni precarie sono passate, in Europa come in nord Africa, da una condizione di passività alla creazione di nuove forme di lotta. In Italia inoltre le ultime vicende legate al mondo del lavoro manifestano tutta la drammaticità e attualità storica del pensiero Gramsciano. Mettere in discussione l’insieme dei diritti e della libertà conquistati dai lavoratori negli anni ’60-’70 o perfino quelli codificati nella Costituzione repubblicana, non in un qualche sottoscala di periferia, ma al centro, in un luogo simbolico e sfidando sulla pubblica piazza la più combattiva categoria sindacale, significa innescare una valanga che tende a stravolgere e ridisegnare tutto. A soli sei mesi dal referendum di Pomigliano la cosidetta “eccezione” è sbarcata a Mirafiori e domani toccherà, come ha subito chiesto Marchionne, anche a Cassino e Melfi. Peraltro, nel frattempo, l’accordo capestro è pure peggiorato considerando che ora l’abolizione delle elezioni dei delegati sindacali e l’esclusione-espulsione dalla fabbrica dei dissidenti, cioè della FIOM e dei Sindacati di base, sono norma contrattuale. L’operazione Marchionne si sta trasformando in una vera e propria richiesta di deroga al Contratto Nazionale, con riduzione del sindacato a semplice struttura di vigilanza dell’azienda. Una vera e propria concezione totalitaria dell’impresa, che non tollera rappresentanza autonoma del lavoro, che gode del tifo militante del Governo agonizzante Berlusconi, il quale si appresta a varare la revisione dello statuto dei lavoratori, senza diritti, libertà sindacali sul luogo di lavoro, privo della contrattazione collettiva , ma soltanto con contratti individuali e comando esclusivo del padrone. È grazie al lavoro svolto dalle compagne e dai compagni di Rifondazione Comunista, della Federazione della Sinistra e dei Comitati di Base e dei COBAS che sono stati al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori, se oggi vi è la consapevolezza che va combattuta la precarietà e che vanno riattivati, a tutti i livelli, processi di stabilizzazione. Partecipiamo in massa allo sciopero del 28 gennaio a fianco dei metalmeccanici in difesa dei diritti e del lavoro. W IL PARTITO della RIFONDAZIONE COMUNISTA, W LA FIOM, W I COBAS.
    Luigi Magni per il Circolo di PRC-FdS di Osio Sotto.

  2. mimmo

    anch’io ci sarò

  3. maurizio

    Ci vediamo sui pullman e in piazza, come lavoratori e e come comunisti

взять кредитзаймы на карту онлайн