(10-14.09.14) Quintano di Castelli Calepio. FESTA IN ROSSO 2014


(25.08.14) Torre Boldone. Riuscita la Festa in Rosso 2014

Comunicato Stampa

Dal 15 al 24 agosto si è tenuta a Torre Boldone (Bergamo) la consueta Festa in Rosso di Liberazione.

Al termine della manifestazione, conclusasi col comizio finale del compagno Ezio Locatelli membro della direzione nazionale del partito, constatiamo la buona riuscita dell’iniziativa.

Buona riuscita ancora più significativa se si tiene conto delle avverse condizioni meteorologiche che hanno caratterizzato l’estate e seriamente messo in difficoltà similari iniziative in tutta la bergamasca.

Anche i dibattiti hanno visto una notevole afflusso di persone, in particolare la serata in cui il sociologo Renato Curcio ha presentato gli ultimi suoi libri. Ciò nonostante le inutili e sterili polemiche sollevate dal sindaco di Torre Boldone alla ricerca di visibilità in periodo ferragostano.

Nel ringraziare tutti i militanti che con il loro lavoro volontario hanno reso possibile la realizzazione dell’iniziativa, la segreteria provinciale del PRC dà appuntamento per le prossime iniziative.

(25.08.14 – Il segretario Federazione di Bg di Rifondazione Comunista Francesco Macario)


(24.08.14) Torre Boldone/Festa In Rosso. I numeri della sottoscrizione a premi


(21.08.1964-2014) Palmiro Togliatti

PALMIRO TOGLIATTI

Genova, 26 marzo 1893 – Jalta, 21 agosto 1964

Paolo Ferrero. Cade oggi il 50° anniversario della morte di Palmiro Togliatti. Lo ricordiamo innanzitutto come dirigente comunista che a partire dalla lezione di Gramsci ha dato un contributo fondamentale affinché il PCI diventasse il più grande partito comunista dell’occidente. Togliatti negli ultimi anni ha subito un vero e proprio linciaggio mediatico: il cinquantesimo anniversario della sua morte dovrebbe essere l’occasione per riconoscere l’enorme contributo di Togliatti alla costruzione della democrazia in in Italia e alla conquista di diritti per i lavoratodi e per i più deboli in generale. Senza Togliatti e senza il PCI questo Paese sarebbe stato molto ma molto peggiore. (Paolo Ferrero, 21.0814)


(18.08.14) Torre Boldone. Il sindaco (Lega) non gradisce Renato Curcio alla nostra festa e così la stampa finalmente parla di noi

Anche quest’anno la Festa in Rosso di Torre Boldone si sta qualificando come una delle feste estive più partecipate, grazie anche alla buona qualità dei servizi e ai prezzi popolari, che siamo riusciti anche quest’anno a mantenere invariati.

Finalmente quest’oggi anche la stampa bergamasca si è decisa a parlare della nostra manifestazione (per esempio, L’Eco di Bergamo: qui)  e di questo dobbiamo ringraziare Claudio Sessa, il sindaco leghista di Torre Boldone, che – per mettersi in mostra un’altra volta dopo le sue prese di posizioni xenofobe contro i profughi – ha pensato bene di intervenire contro la presenza di Renato Curcio che, in qualità di sociologo, ricercatore ed editore interverrà alla nostra festa domenica 24 agosto per presentare due libri dedicati alle (drammatiche!) problematiche del lavoro nel nostro Paese.

I giornali non sono mancati di uscire quest’oggi con un titolo “alla Feltri” in cui – riprendendo Sessa – Curcio viene paragonato a Schettino.

Però, sia Sessa che la stampa dimenticano che Curcio, sempre in qualità di ricercatore, è intervenuto più volte in bergamasca in iniziative pubbliche anche in comuni amministrati dalla Lega e che in più occasioni è stato inviatato da associazioni cattoliche per i suoi contributi qualificati sui temi del lavoro e del disagio sociale, senza che nessuno avesse qualcosa da ridire.

Di seguito il comunicato dell’Ufficio stampa della Federazione di Bergamo.

Abbiamo avuto notizia di prese di posizioni polemiche sulla stampa in relazione alla presenza di Renato Curcio alla Festa in Rosso di Rifondazione Comunista a Torre Boldone (bg).

Precisiamo innanzitutto che il dottor Curcio “non concluderà la festa” – come è stato erroneamente riportato da alcuni media – ma presenterà due libri sui temi del lavoro da lui curati. ( di seguito ne riportiamo la scheda) Le festa sarà conclusa invece domenica 24 agosto dal comizio di Ezio Locatelli della direzione nazionale di Rifondazione Comunista

Renato Curcio non interverrà per parlare del suo passato o di lotta armata.

Come è noto, Curcio, chiusa la sua partita con la giustizia, da anni svolge attività di ricerca sociologica ed è responsabile della casa editrice “Sensibili alle foglie”. Come ricercatore e studioso è conosciuto e apprezzato a livello europeo.

A Bergamo già è stato presente in diversi convegni qualificati e iniziative culturali, invitato da associazioni e istituzioni impegnate sui temi del lavoro e dell’esclusione sociale.

Negli anni scorsi, per esempio, è intervenuto in almeno tre diversi convegni che si sono svolti alla Casa del Giovane di Bergamo.

Ha presentato libri e tenuto seminari, inoltre, a Seriate e a Ponteranica, quando i due comuni erano guidati da amministrazioni leghiste.

Crediamo che questo sia più che sufficiente per mostrare come la polemica ferragostana che si intende imbastire contro la nostra festa sia obiettivamente del tutto strumentale, pretestuosa e fuori tempo massimo.”

La Festa continua fino a domenica 24. Stasera in programma uno spettacolo sulle donne nella Resistenza con “Colpo d’Elfo” e il dibattito sul tema del carcere con l’Uisp e l’associazione Carcere-Territorio di Bergamo.


(16.08.14) Torre Boldone-Festa in Rosso. Da stasera, per i bambini, GRATIS patatine e spaghetti al pomodoro!

E’ partita ieri sera la Festa in Rosso di Rifondazione Comunista a Torre Boldone con grande partecipazione popolare.

Per molte famiglie, in questi tempi di crisi, le feste popolari sono forse le uniche occasioni per cenare insieme fuori casa e passare una serata diversa.

Per questo da quattro anni siamo riusciti a lasciare i prezzi della cucina invariati e, inoltre,  da stasera, per tutta la durata della festa per i bambini a cena le patatine e gli spaghetti al pomodoro saranno gratis! Intendiamo anche in questo modo sfidare la crisi.

La serata di stasera, oltre al rock di Robi Zonca, sarà dedicata alla Resistenza  con presentazione del video sulla Repubblica dell’Ossola nel 70° anniversario (con Gino Marchitelli) e del libro di Roberto Cremaschi sui “sentieri resistenti” della Malga Lunga, con i canti partigiani del gruppo “Pane e Guerra”


(11.08.14) Alzano Lombardo. Il cordoglio per la scomparsa del compagno Raffaele Caruso

Ciao, Raffaele!

Ieri a causa di una brutta malattia è morto il compagno Raffaele Caruso. Raffaele aveva 45 anni e lascia la moglie e un figlio piccolo.

Era un bravo biologo che amava talmente la sua professione da resistere a molti anni di precariato. Iscritto a Rifondazione Comunista fin dagli anni 90, è stato Segretario del circolo di Alzano, membro del comitato politico provinciale e per un anno anche del comitato politico nazionale. Raffaele era un compagno profondo e gentile. Profondo nell’analisi, nel cercare sempre una via possibile e praticabile al cambiamento, nel rifiutare le banalità e le semplificazioni. Gentile nel modo di rapportarsi, mai arrogante e sempre rispettoso delle posizioni altrui anche quando non le condivideva. Nelle tante riunioni insieme non l’ho mai sentito alzare la voce, non l’ho mai visto andare sopra le righe.

Credeva profondamente nel confronto democratico e cercava sempre di convincerti con il dialogo. Mi vengono in mente le lunghe e ricche discussioni politiche e sulle cose della vita che facevamo in treno mentre ci recavamo a Roma per partecipare al comitato politico nazionale del partito. Penso che in un momento come questo in cui la politica, vuota di idee e contenuti, si fa sempre più gridata e meno pensata, il suo contributo, il suo modo discreto di rapportarsi, ci mancherà molto.

Ciao compagno Raffaele, non ti scorderemo mai! Alla moglie Barbara, al figlio Lorenzo, alla sorella Giusi e alla famiglia, l’abbraccio forte di tutte le compagne e di tutti i compagni di Rifondazione Comunista. (Marco Sironi, 11.08.14)

* La cerimonia funebre domani martedì 12 agosto, alle ore 15.00 dalla chiesa parrocchiale di Ranica.


(09.08.14) Bergamo-Piazza Vecchia. “Striplife” (una giornata a Gaza). Film

Cari Compagni, vi invio in allegato il programma dell’iniziativa in oggetto. Visto il particolare momento storico ed anche perchè il documentario è stato realizzato da due registi a noi molto vicini (Valeria Testagrossa è figlia di un iscritto alla Sez. ANPI di Scanzorosciate; Andrea Zambelli sta portando avanti il progetto del film sul partigiano Rino Bonalumi ), invito tutti a partecipare e a dare massima diffusione dell’iniziativa. Saluti militanti.  (Michele Fiore, Anpi Scanzorosciate)
…….

SABATO 9 Agosto 2014, portico del Palazzo della Ragione in Piazza Vecchia, Bergamo.

- Ore 21:30 proiezione STRIPLIFE ( Regia di: Nicola Grignani, Alberto Mussolini, Luca Scaffidi, Valeria Testagrossa, Andrea Zambelli)

- Ore 22:30 interventi skype di Meri Calvelli e Sami Abu Omar.

- Meri Calvelli, cooperante del Centro Italiano per scambi culturali VIK.
Unica Cooperante rimasta a Gaza durante l’operazione  “Margine protettivo”.
Lavora da piu’ di 30 anni tra Cisgiordania e Gaza.

Organizzatrice e collaboratrice del film “Striplife”.

- Sami Abu Omar, Palestinese, vive a Gaza, lavora anche lui nella associazione VIK. Parla molto bene l’Italiano, perche’ viveva in Italia. Ha lavorato come produttore e interprete per il film “Striplife”.

La serata e’ organizzata da Valeria Testagrossa ( una dei registi) e Bergamo per la Palestina.

STRIPLIFE

Sinossi

Striscia di Gaza.
Un evento inspiegabile è avvenuto durante la notte: decine di mante si sono arenate sulla spiaggia principale di Gaza City.
Carretti di pescatori accorrono da tutta la Striscia, per accaparrarsi carne fresca.
Intanto la città si sveglia. Antar sprona il fratello ad alzarsi, è il grande giorno, nel pomeriggio inciderà il suo primo disco.
Noor si trucca, dovrà apparire davanti alle telecamere.
Jabber è già nel campo. Gli spari dei fucili gli ricordano che vive nella zona cuscinetto che separa Gaza da Israele.
Un corteo si snoda per le strade. Moemen è lì per fare il suo lavoro, il fotografo.
Al porto una barca rientra con lo scafo crivellato dai proiettili.
Il canto del muezzin invade lo spazio, moltiplicato dai minareti. Come in un sogno, i ragazzi del Parkour Team piroettano in un cimitero.
La vita nella striscia si snoda fino alla notte.

Note di regia

Il film é una collaborazione Italo-Palestinese, che racconta l’assedio quotidiano di Gaza attraverso le azioni dei 7 personaggi del film. Un film che racconta la vita nella striscia in un momento di apparente tregua tra l’operazione “Pilastro di difesa” e “Margine protettivo”.

Attraverso il potere del cinema il film descrive la difficolta’ di vivere in un posto sotto assedio territoriale, economico e psicologico, ma anche la resistenza fatta di piccoli gesti quotidiani di un popolo deciso a non soccombere a condizioni di vita appartentemente impossibili.

Trailer:  https://www.youtube.com/watch?v=_r1ehLH6d1s


(08.08.14) L’Altra Europa. NO alla rottamazione della Costituzione


(11.08.14) Coferenza stampa per presentare Festa in Rosso di Liberazione 2014

Lunedì 11 agosto, alle ore 11.30, presso la sede della federazione provinciale di Rifondazione Comunista, a Bergamo in via Borgo Palazzo 84/g, è indetta la Conferenza stampa dove verrà presentato il programma della Festa in Rosso di Liberazione, prevista a Torre Boldone, area feste presso gli impianti sportivi di Via Lombardia, da venerdì 15 a domenica 24 agosto.

Interverranno gli organizzatori della Festa: Maurizio Rovetta (segretario del circolo Prc di Torre Boldone), Vittorio Armanni,  Lorenzo Zimei, Andrea Giudici (segreteria provinciale Prc) e Chiara Fornoni (Giovani Comunisti – bg)


Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5.
iDream theme by Templates Next | Powered by WordPress